Sentenza contro Uber-Pop tribunale Milano, stop al servizio in tutta Italia

taxiAlla fine la sentenza è arrivata, emessa dal giudice Claudio Marangoni. A spuntarla (ma solo per il momento, perché è già stato annunciato l’appello), i tassisti.

 

L’ACCOGLIMENTO DEL RICORSO CONTRO UBER-POP – A finire sul banco degli imputati Uber-Pop: il servizio di ride sharing di Uber, dove è l’individuo privato a mettere in condivisione la sua automobile per tutti coloro che hanno l’esigenza di spostarsi in città, facendo così diminuire notevolmente i costi delle corse.

– Dopo mesi di polemiche, scioperi e proteste, ora il Tribunale di Milano, attraverso il giudice Claudio Marangoni della sezione Imprese, ha accolto il ricorso per concorrenza sleale presentato dalle organizzazioni sindacali e di categoria, locali e nazionali, di tassisti e radio taxi.

 

BLOCCO IN TUTTA ITALIA, IN VIA CAUTELARE – Il blocco di Uber-pop, in tutta Italia, è stato disposto in via cautelare, così come l’inibitoria del servizio.

– Il magistrato ha stabilito che Uber avrà 15 giorni di tempo per adeguarsi, dopo i quali scatteranno delle penali.

 

SODDISFATTI I TASSISTI – Soddisfatti l’’Unione Artigiani e la categoria tassisti: “Nel silenzio e nelle inoperatività delle Amministrazioni, del Governo e del Parlamento finalmente abbiamo trovato un Giudice che ha riconosciuto le nostre ragioni, anche alla luce della normativa europea”, ha dichiarato Pietro Gagliardi, delegato dell’Unione Artigiani di Milano.

– “Finalmente abbiamo fatto un primo importante passo per la giustizia e per la difesa del nostro lavoro – ha concluso Gagliardi -, e continueremo a difendere sempre il nostro lavoro anche grazie al supporto dell’Unione Artigiani e della altre associazioni di categoria che ci hanno sostenuto”.

 

RICORSO ANNUNCIATO DA UBER – Non si lascia scoraggiare Uber, che ha già annunciato il ricorso: “Faremo appello per evitare che centinaia di migliaia di cittadini italiani siano privati di una soluzione sicura, affidabile e economica per muoversi nelle loro città”.

 

L’APPROFONDIMENTO – Sulla questione Uber, Leggi Questione Taxi – Uber: analisi dettagliata fenomeno, nascita, differenze fiscali, regolamentazioni, info

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche: 

Taxi contro Uber Milano, solo chiacchiere da parte del Comune? Il punto della situazione

Incontro Prefettura questione Uber Milano, stabilite regole Ncc e fermata Uberpop

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here