Furti in casa Milano, elenco tipologie di antifurti per chi abita nelle zone più a rischio, ma anche in centro e periferia

OLYMPUS DIGITAL CAMERAA Milano aumentano furti in casa. Causa crisi economia, le case della città meneghina sono sempre meno sicure. Tanta insicurezza, ma anche tante possibili soluzioni dalle più creative alle più tecnologiche. Infatti a Milano i ricercatori dell’Università Cattolica, insieme a loro colleghi dell’Università di Trento e del dipartimento di Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno, analizzando i dati degli ultimi anno sono riusciti a stilare una sorta di classifica delle case più insicure.

 

A rischio furti a Milano ci sarebbero i quartieri  della stazione Centrale, corso Buenos Aires e tutte le strade limitrofe: Porta Venezia, corso XXII Marzo, l’Isola, le zone De Angeli e Monte Rosa, Lambrate, Loreto, Città Studi e Porta Romana. Mentre, sempre a Milano, si registra anche un incremento di furti il  venerdì e sabato, tra le  8 e le 10 e fra le 17 e le 20.

 

Furti prevedibili? Sicuramente i dati statistici possono essere un ottimo ausilio, ma non bastano.

 

A Milano si è a livelli da record nazionale e ogni due minuti viene svaligiata una casa; spesso quando un appartamento viene saccheggiato, nei giorni seguenti i ladri potrebbero “far visita” alle altre abitazioni.

 

Diventa necessario, in un quadro simile, migliorare la sicurezza della propria abitazione, e i metodi possono essere tanti, gli antifurto in commercio, infatti, sono parecchi e differenti. Oggi grazie alla tecnologia domotica e alla rete internet è possibile controllare costantemente la propria abitazione con uno smartphone o un tablet: un perfetto sistema di sicurezza collegato alla rete domotica dell’appartamento può essere molto utile, e soprattutto potrà agire in modo coordinato con tapparelle e luci, e potrà godere sino al 31 di dicembre 2015 di sgravi fiscali.

 

Esiste poi la possibilità di kit di allarme di vario genere, ottime prestazioni a basso costo sono quelle forniti dai prodotti di ultima generazione, kit semplici, spesso fai da te da montare in casa. I kit di allarme comprendono sensori, centralina, dispositivi telefonici,  una sirena.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERAUna soluzione ottimale, per chi deve realizzare un’eccellente barriera anti-ladro, ad esempio in un appartamento preso in locazione, può essere il sistema antifurto wireless: nessun lavoro murario, ma solo centraline ed impianti senza fili, un sistema facile e discreto basato sulle onde radio. I sensori di ultima generazione, inoltre, sono così piccoli che possono essere perfettamente camuffati all’interno dell’appartamento; in questo senso, un’ottima soluzione è quella di nasconderli in angoli remoti, possibilmente dietro qualche oggetto e, per una maggiore sicurezza, è bene puntare su sistemi a doppia frequenza.

 

Se invece si vuole proteggere una struttura più ampia rispetto ad un semplice appartamento, allora diventa importante predisporre un allarme perimetrale, ovvero un controllo antifurto che vigila le pareti esterne della struttura. Questo genere di scelta è particolarmente indicata per un negozio o uno studio professionale, perfetta soluzione per una villa o una casa indipendente e, il sistema anti-effrazione, si posiziona sulle pareti esterne, così che ogni imposta aperta farà scattare l’allarme (ovviamente le imposte dovranno essere aperte dall’esterno).

 

Ma non è finita qui. Si può persino pensare ad allarmi volumetrici, efficaci quando qualcuno entra nell’appartamento. In questo caso, infatti, i sensori sono interni e volumetrici e registrano quello che accade all’interno; quelli di ultima generazione possono addirittura registrare il  cambio temperatura.

 

Per chi è alle prese con lavori di ristrutturazione, si può pensare ad un sistema d’antifurto cablato, in cui tutti i cavi sono nascosti nelle pareti e sono collegati ad un idoneo circuito  a bassa tensione.

 

In commercio possono essere reperite anche altre soluzioni atte alla protezione della casa, tra l’altro un ottimo sistema d’allarme con telecamere esterne potrà essere d’ausilio anche al vicino.

 

A Milano proteggere il proprio appartamento da furti e scassi è diventato necessario, e se la piaga dei furti sembra essere localizzabile soprattutto in alcune aree della metropoli, non c’è da stare tranquilli nemmeno in periferia, dove costantemente vengono sporte denunce di furto con scasso o senza scasso. (fonte: www.galaxyprice.com/kit-antifurti-cablati-C67.htm, e milano.repubblica.it)

 

Di Redazione

Fonte foto www.wikipedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here