Rapine e aggressioni via Palizzi e via Biondi Milano, quanto è sicura la nostra città?

Marco-GranelliQuanto è sicuro passeggiare – o semplicemente rientrare a casa -, di notte, a Milano? La risposta potrebbero fornircela, ad esempio, le ultime due aggressioni commesse ieri sera (lunedì 15 giugno 2015), a cavallo della mezzanotte, a poco più di un’ora di distanza l’una dall’altra. Solo gli ultimi casi resi noti di una lunga lista di episodi che non fanno che mettere in discussione un’eventuale ottimistica risposta al quesito posto sopra (nella foto Marco Granelli, assessore alla Sicurezza di Milano).

 

23ENNE RAPINATO E PICCHIATO – Nel primo caso, a farne le spese è stato, in via Palizzi, un ragazzo di 23 anni, rapinato e picchiato da un rumeno senza fissa dimora, dopo aver parcheggiato la propria auto in strada.

– Secondo quanto riportato dai Carabinieri del Nucleo radiomobile, l’aggressore, di 38 anni con precedenti per furto, avrebbe avvicinato la propria vittima dopo averla vista scendere dalla propria vettura. Ne è nato subito un diverbio dove il giovane ha avuto la peggio, finendo con l’essere picchiato, derubato del portafogli (15 euro al suo interno) e delle chiavi della vettura.

– Il rapinatore, che nel frattempo aveva sottratto anche alcuni capi di abbigliamento da un’altra auto in sosta, è stato intercettato poco lontano dai militari. Dopo una breve colluttazione, nel corso della quale ha picchiato violentemente la testa, è stato arrestato per rapina, lesioni, furto aggravato, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

 

18ENNI MINACCIATI CON COLTELLO – Un altro grosso spavento se lo sono preso anche i due 18enni che in via Biondi,  intorno alle 23, sono stati rapinati da due milanesi di 36 e 37 anni armati di coltello. Provvidenziale, nel loro caso, il pronto intervento degli agenti, i quali, allarmati dalle urla dei due rapinati – un milanese e un napoletano – hanno individuato e poi arrestato gli aggressori, poco più tardi, nella stessa via.

– I due ragazzi hanno raccontato ai soccorritori di essere riusciti a scappare dopo essere stati avvicinati, qualche minuto prima, da due italiani con vistosi tatuaggi e che, coltello alla mano, hanno preteso dapprima 5 euro, poi tutto ciò che di valore possedevano.

– Al momento dell’arresto, i due malviventi – avvistati proprio grazie ai numerosi tatuaggi – avevano ancora con loro il grosso coltello munito di lama da 20 centimetri, usato per minacciare le vittime.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Donna decapitata via Amadeo Milano, preso presunto aggressore

Controllore aggredito Villapizzone Milano a colpi di machete, capotreno ha perso un braccio, macchinista in trauma cranico

Donna massacrata via Bellarmino Milano, ha sorpreso un ladro in casa del figlio

Lite tra conviventi cinesi via Val di Bando Milano, si gettano dal balcone una all’inseguimento dell’altro

Degrado via Gola Milano, l’analisi di quanto accaduto negli ultimi 2 anni e l’inferno dei residenti

Lite con spari via Quarti Milano, il punto sulle periferie milanesi, raccontate dai cittadini

Tentato omicidio via Manzoni Milano, lite finita a coltellate

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here