Michelle Obama a Milano, traffico in tilt per gli spostamenti delle 35 auto presidenziali

Ob4E’ arrivata con un corteo presidenziale di ben 35 auto Michelle Obama e, tale circostanza, può non stupire più di tanto.

 

Un programma fitto quello della First Lady: Cenacolo, Duomo, e naturalmente Expo, con immancabile visita al padiglione americano.

 

Intanto, città inevitabilmente blindata & bloccata: se, infatti,  la sala Giunta di palazzo Marino, al primo piano affacciata su piazza Scala, offre le eleganti finestre sfarzosamente agghindate con fiori e bandiere, dietro i vetri non mancano i tiratori scelti dei Carabinieri, pronti a intervenire.

 

Intanto, la Polizia locale ha sbarrato strade e incroci, permettendo un transito totalmente sicuro al lungo seguito di Michelle, accompagnata da relativa prole; viabilità garantita, dunque, ai 35 veicoli facenti parte il corteo presidenziale, tutti registrati come esenti dagli ingressi in Area C e dalle sanzioni di autovelox e telecamere.

 

Nonostante le code particolarmente ostiche affrontate dagli (altri) automobilisti, non poca curiosità è stata manifestata dai milanesi (appiedati) e dai tanti turisti che si sono assiepati lungo le transenne posizionate nei pressi della Galleria, a costellare l’invalicabile area.

 

La First Lady, infatti, ha raggiunto con la delegazione americana il James Beard American Restaurant, per una dimostrazione di ‘alimentazione sana’ davanti agli studenti della American School of Milan.

 

Dopo la capitale meneghina, Michelle farà “un salto” a Venezia, in visita privata; dopodiché l’arrivederci allo Stivale, e il volo di ritorno a Washington.

 

 

AGGIORNAMENTO del 18 giugno 2015 ore 10,00: Michelle Obama è stata accolta da Agnese ed Ester Renzi, arrivando ad Expo alle 9 con le figlie Sasha e Malia. Mentre la first lady è entrata a Palazzo Italia, le due figlie sono salite sulle auto elettriche e stanno girando il sito con una flotta di 5 o 6 macchinette sfrecciando su un decumano deserto.

– Attorno a Palazzo Italia le forze dell’ordine hanno tenuto  a distanza giornalisti e curiosi: dal cardo era necessario fermarsi prima dell’entrata del padiglione europeo a circa 100 metri dall’albero della vita.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Tentato scippo Montenapoleone Milano, borsa rubata alla moglie di uno sceicco

Turista tedesco derubato dell’auto Milano via Stephenson: “Eravamo venuti per festeggiare la Pasqua”

Auto rubata via Ruffini Milano, ennesimo turista vittima della mancanza di sicurezza nella nostra città

Turista derubata via Spiga Milano da rom incinta, scappate le due complici, anch’esse incinte

Nuova rapina via della Spiga Milano, Giovina Moretti: “Di negozi qui non ne è stato risparmiato nemmeno uno, anche io ho subìto due spaccate. Non basta un controllo a spot”

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here