Drone contro Duomo Milano, schianto contro cantiere attorno alla guglia maggiore

Concerto "Rinvio a Giudizio"-17Grande spavento, stamattina, in piazza Duomo, per uno schianto all’altezza della guglia maggiore, che sorregge la Madonnina.

 

Lo scompiglio è stato creato da un drone che, da quanto si apprende dalla Veneranda Fabbrica, si è schiantato per errore contro una parte del cantiere attorno alle guglie della Cattedrale.

 

Secondo le prime informazioni, il velivolo era comandato da tre coreani a Milano per un evento nel padiglione della Corea ad Expo.

 

Interrogati dalla Polizia, i tre uomini hanno spiegato che stavano solo effettuando delle riprese quando, per errore, hanno perso il controllo del marchingegno, che è finito contro il cantiere in corso sulle terrazze del Duomo.

 

A un primo esame, ha precisato la Veneranda Fabbrica che ha lanciato l’allarme chiamando le forze dell’ordine, non ci sarebbero danni al monumento, ma solo a parti del cantiere.

 

La Polizia sta comunque svolgendo accertamenti per chiarire se siano state violate norme di sicurezza sull’uso dei droni e sulle riprese aeree.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here