Vertice a Palazzo Chigi emergenza profughi; Maroni: “Incontro inutile”, Pisapia: “Serve più impegno dall’Europa”

FontanaSi è svolto a Palazzo Chigi, al cospetto del premier Matteo Renzi e del ministro dell’Interno Angelino Alfano, l’incontro sull’immigrazione tra il governo, le Regioni e una delegazione dei Comuni d’Italia. Insieme al governatore della Lombardia, Roberto Maroni, e al sindaco di Milano Giuliano Pisapia (nella foto), erano presenti anche i governatori Luca Zaia (Veneto), Vincenzo De Luca (Campania), Giovanni Toti (Liguria) e Rosario Crocetta (Sicilia).

 

MARONI: “IMPOSSIBILE RIMPATRIARLI” – “Ho chiesto dov’è il luogo in cui si fa la verifica fra chi è richiedente asilo e chi è immigrato economico – ha dichiarato all’uscita Roberto Maroni -. La risposta non c’è stata, non c’è questa possibilità di distinguerli e quindi i rimpatri non si possono fare perché non c’è un luogo dove questo avviene. A me sembra assolutamente incredibile. Questa purtroppo è la situazione oggi”.

– Un incontro con Renzi “deludente e inutile”, quindi, per il governatore lombardo: “Nessuna risposta concreta ai problemi. Continua il caos immigrazione. Il premier ha chiesto unità ma sono solo chiacchiere, io chiedo risposte concrete a piani concreti”.

 

PISAPIA: “ACCERTARE LO STATUS DI DI RIFUGIATO” – Dal canto suo, nel commentare il viaggio a Roma, il primo cittadino di Milano è sembrato più cauto. “I Comuni – ha spiegato – hanno riportato i problemi e le modalità per superare una situazione difficile. E’ necessario un impegno dall’Europa più forte e serio e soprattutto non sporadico”.

– Quello che serve, secondo Giuliano Pisapia, è distribuire equamente i profughi su tutto il territorio. Facendo una distinzione – come sottolineato anche da Maroni – fra chi ha diritto ad avere lo status di rifugiato e “coloro che invece sono qui per motivi economici”. Un sicuramente compito non facile “ma bisogna organizzare a livello nazionale una serie di luoghi in ogni regione dove fare queste valutazioni e poi prendere le necessarie misure, di assistenza e solidarietà e anche decisioni diverse quando non ci sono i requisiti per lo status di rifugiato”.

 

BAGNO PROFUGO FONTANA P.LE LOTTO. DE CORATO: “CI RINGRAZIANO COSI'” –  “Nelle stesse ore, a rincarare la dose su un’emergenza profughi che a Milano sembra stia sfuggendo di mano (“Il problema dei profughi non è solo in Stazione Centrale e in Porta Venezia, tutta la città è invasa”), ci ha pensato il solito Riccardo De Corato, vice-presidente del Consiglio comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale in Regione, da sempre critico contro l’operato della giunta arancione.

– “Un milanese ci ha mandato il video con una scena ignobile per chiunque ami la sua città – racconta il vice-presidente comunale -: un immigrato si fa il bagno nella fontana di piazzale Lotto, entrando completamente in acqua, rilassandosi e lavandosi”. Un episodio che secondo De Corato, sarebbe la “dimostrazione del comportamento che hanno queste persone: noi le ospitiamo spendendo una quantità di soldi che i nostri poveri e i nostri pensionati si sognano e loro non si degnano neanche di portarci rispetto. Milano li aiuta e loro ci ringraziano così”.

– “La giunta arancione guardi attentamente queste immagini e si renda conto che queste persone non hanno alcun rispetto per noi e trattano Milano come una latrina”, è l’invito che rivolge al centrosinistra, colpevole – a suo dire – di “dare accoglienza incondizionata”.

 

GAY PRIDE SABATO 27 GIUGNO DEDICATO AI PROFUGHI – Intanto, nella giornata di ieri, è arrivata anche la notizia che il Gay Pride in programma sabato 27 giugno nel capoluogo lombardo, sarà anche dedicato alla situazione dei profughi.

– “La fame di diritti e l’accoglienza dei migranti – ha fatto sapere Fabio Pellegatta, presidente di Arcigay Cig Mialno – sono i grandi temi che porteremo in piazza sabato 27 a Milano e che attendono risposte da parte della politica nazionale, impastata nei suoi stessi limiti. Sarà un human Pride perché i diritti sono un valore per tutti, Per questo invitiamo tutta la società civile a scendere in piazza per costruire e determinare assieme il significato delle parole: civiltà, rispetto e tutela, verso tutte e tutti”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– il nostro staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– il nostro staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Emergenza profughi Milano, Pisapia attacca, ma non mancano le repliche: “Comune in stato confusionale”

Bonifica mezzi Atm Milano utilizzati per spostamento profughi, le garanzie sanitarie per i conducenti ci sono oppure no?

Profughi in arrivo dentro grattacielo via Pirelli 39 Milano; il Comune, titolare dello spazio, smentisce

 

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here