Tentato suicidio parco Lamberin Opera, cerca di darsi fuoco per motivi economici

Polizia locale OperaÈ successo venerdì 10 luglio 2015 all’oasi naturale di Opera, in fondo al via Lambro. Erano le nove di sera quando, due operatori della Protezione Civile, hanno avvisato la pattuglia della Polizia Locale della presenza di un veicolo sospetto, abbandonato in fondo alla zona industriale che confina con il parco naturale.

 

I RUMORI SOSPETTI – Immediatamente giunti sul posto, gli operatori della Locale hanno rilevato la presenza del veicolo nelle vicinanze del cancello di ingresso dell’area verde protetta e, dopo avere fatto pochi passi alla ricerca del proprietario, hanno udito rumori di sterpaglie che bruciavano, alle spalle di un’area di fitta vegetazione.

 

IL CERCHIO DI FUOCO – Pensando a un piromane e precipitatisi all’interno dell’area boschiva, i due agenti si sono trovati di fronte ad un uomo al centro di un cerchio di fuoco di modeste dimensioni, fra le sterpaglie rese secche dal caldo di queste ultime settimane.

– Solo dopo alcuni minuti i due agenti sono riusciti a convincere l’uomo ad allontanarsi dalle fiamme che, nel frattempo, avevano parzialmente domato impedendo loro  di divampare in un incendio.

 

I MOTIVI ALLA BASE DEL GESTO – Appena portato al sicuro l’uomo, gli operatori sono riusciti a spegnere il principio di incendio, ascoltando quindi le ragioni che hanno portato al disperato gesto.

– Residente a Opera, l’uomo ha spiegato agli agenti che voleva togliersi la vita per la crisi economica e la mancanza di un reddito che gli permettesse di mantenere la sua famiglia. Una precaria situazione che, da quanto si apprende, aveva già portato l’uomo a tentare il suicidio, con diversi sistemi, ma fortunatamente sempre senza risultato.

– Così gli agenti, prima di chiamare il 118, si sono soffermati con il cittadino, in evidente stato depressivo e, alle motivazioni spiegate, la vittima ha aggiunto anche l’angoscia per il fatto che numerosi debitori nei suoi confronti, nel tempo, non abbiano fatto fronte ai propri impegni, lasciando lui e la sua famiglia in condizioni di difficoltà.

 

IL COMMENTO DEL SINDACO FUSCO – “Non possiamo andare avanti in queste condizioni – ha commentato il Sindaco Ettore Fusco – in cui la brava gente pensa a togliersi la vita perché non abbiamo gli strumenti idonei a dare risposte concrete al bisogno di persone che non hanno mai chiesto niente e che oggi si trovano senza aiuto, magari rovinate proprio da Equitalia o dal Fisco, con il martellante pensiero che invece il Governo Nazionale spende oltre mille euro al mese per mantenere ogni clandestino che sbarca in Italia”.

 

LA RICHIESTA DI AIUTO – Nei momenti di maggiore lucidità, l’uomo ha iniziato a chiedere aiuto attraverso il soccorso sanitario, per ricevere cure adeguate data l’impossibilità di sostenere psicologicamente una situazione così onerosa, e trovare una soluzione alternativa al suicidio.

– Giunta la Croce Bianca di San Giuliano e controllati i parametri vitali si è portato subito il paziente all’ospedale San Paolo di Milano per le cure del caso.

– Sul luogo dell’accaduto si è poi recata la moglie della vittima,  contattata per recuperare il veicolo abbandonato e recarsi successivamente all’ospedale, dal marito, accompagnata dal figlio.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– il nostro staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– il nostro staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Aiuto psicologico per crisi economica, dati del Policlinico Milano, telefono e nomi dei medici

Aiuto psicologico gratuito Milano via Pucci Croce Rossa Italiana, orari, contatti e info

“Casa della psicologia” piazza Castello Milano, nuovo punto di incontro tra professionisti e cittadini. Info e contatti

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here