Minacce e insulti Pisapia e Maran Milano per taglio alberi M4 viale Argonne, i cittadini non demordono

minacceIl taglio degli alberi, 573 alberi, per la M4, ai milanesi proprio non va giù. E non solo perché i residenti raccolgono firme da mesi. Non solo perché in Consiglio Comunale la questione ha portato ad una spaccatura anche nella maggioranza. Non solo perché personaggi del mondo della cultura come Adriano Celentano hanno parlato di scempio, e si sono appellati al Sindaco. Ora, tra tanti cittadini scontenti (e non solo per la M4), sono arrivate anche le minacce, e senza mezze parole.

 

LE SCRITTE, CONTRO IL SINDACO PISAPIA E L’ASSESSORE MARAN – Le scritte sono “misteriosamente” apparse in viale Argonne, una delle zone interessate dal taglio dei 573 alberi.

– Chiare e dirette, sono state tracciate su muri e marciapiede con vernice bianca: “Pisapippa puzzi di mafia” e “Maran ammazzati”.

– Pisapippa, come facilmente intuibile, è riferito al Sindaco Pisapia. Maran, invece, è l’assessore Pierfrancesco Maran (fautore, oltre al resto, dell’Area C), responsabile di Mobilità e Ambiente.

 

LA SOLIDARIETA’ DI MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE – Ovviamente, immediata la solidarietà dagli esponenti del Pd, mentre si sono subito dissociati il Movimento 5 Stelle Milano e il coordinamento #573alberi, costituito dai cittadini che si oppongono all’abbattimento.

 

LE CRITICHE, COMUNQUE, RIMANGONO – Nonostante la necessaria solidarietà, però, le critiche all’abbattimento dei 573 alberi non si sopiscono.

Il consigliere M5S Mattia Calise, in particolare, dopo aver portato in Consiglio comunale la mozione sul blocco dell’abbattimento, ha dichiarato: “Sindaco & giunta zerbini dei costruttori continuano la loro violenza cieca e sorda contro i #‎573alberi di #‎Milano. L’ecatombe continua, ignorate senza alcuna spiegazione le istanze dei consigli di zona e silenziato il consiglio comunale, dato che non c’erano più le balle di Expo, né altre ragioni per non dare ascolto a cittadini e comitati”.

 

LA “VITTIMA” MARAN:  SHOW MUST GO ON – Nonostante l’accaduto, l’assessore Maran ha mostrato encomiabile fermezza e,  attraverso Facebook ha fatto sapere:  “La mia passione per la politica e l’impegno civico è superiore a queste minacce. Non sono le prime, forse non saranno nemmeno le ultime, ma continuerò a battermi perché si possano fare in maniera onesta opere utili (come penso siano M4, le tranvie, fermare le esondazioni del Seveso), dialogando con chiunque voglia confrontarsi ma non fermando i cantieri perché qualcuno resta contro”. Sulla vicenda indaga anche la Digos.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Degrado via Gola Milano, la mail furibonda inviata da un cittadino a Pisapia, Maran e Baruffi

Problemi viabilità viale Forlanini Milano per cantieri MM4, un residente: “Maran aveva promesso di risolvere subito la questione della svolta in via Cavriana. Per raggiungere le nostre abitazioni dobbiamo percorrere tutto il Forlanini, raggiungere l’aeroporto di Linate e poi tornare indietro. Un percorso assurdo e costoso!”

Incontro Area C Milano zona 2 con l’Assessore Maran, ancora tante critiche ma il provvedimento partirà comunque

Allarme smog Milano, la soluzione dell’Assessore Maran: “Usate meno l’auto”

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here