Arresto rapinatore “blasfemo” Milano, scandiva le rapine a suon di bestemmie

Polizia_Di_Stato_foto_darchivioEra dal 2013 che metteva a sacco i negozi di Milano. Unico indizio e comune denominatore, una caratteristica tanto singolare quanto sgradevole: il gran numero di bestemmie pronunciate durante i colpi, cosa che gli è valsa il soprannome de “Il Blasfemo”.

 

E’ stato questo lo scenario che ha visto protagonista ad un uomo di 34 anni, milanese, arrestato lunedì 27 luglio dagli agenti della Volante della Polizia di Stato.

 

Il malvivente è stato raggiunto presso la sua abitazione, dove viveva con un genitore, due fratelli e una sorella.

 

All’interno dell’abitazione, gli agenti hanno rinvenuto alcuni abiti e caschi usati durante le rapine, anche se al momento non sono stati ancora trovati né la pistola usata durante alcuni colpi, né lo scooter scuro usato per alcune fughe.

 

Secondo gli Inquirenti il 34enne, con precedenti specifici e di ricettazione, sarebbe responsabile di 12 colpi compiuti ai danni di supermercati, farmacie e negozi di vario tipo, in tutta Milano.

 

L’ultima rapina risale all’11 luglio scorso, in corso XXII Marzo.

 

Qui, oltre al “solito” uso di pronunciare bestemmie (dettaglio poi riferito dalle vittime presenti), ‘Il blasfemo’ si è anche sfilato il giubbotto davanti a una telecamera, mostrando così diversi tatuaggi sulle braccia.

 

In base alle ricostruzione eseguita, il malvivente ha scelto come mezzo per fuggire  un tram dell’Atm ma, la sua agitazione, ha insospettito il conducente, che l’ha poi identificato grazie all’uso congiunto del software anti-rapine Keycrime (nato per contrastare i crimini seriali), e di alcuni filmati di videosorveglianza

 

Dopo aver dato un volto al rapinatore e proceduto al suo riconoscimento anche da parte di alcune vittime, una Volante lo ha arrestato lo scorso lunedì sera.

 

Al momento, il 34enne è sottoposto a custodia cautelare; per ora gli Inquirenti gli contestano 3 rapine, contenute nell’ordinanza che dispone la misura.

 

Di seguito i dati della Questura di Milano, circa l’aumento dei reati registrato nella nostra città dal 2011 al 2014:

Rapine in abitazione: +37,58%

– Rapine in uffici postali: +30%

– Rapine in esercizi commerciali: 9,33%

– Furti con strappo: +49,48%

– Furti in abitazione: +18,82%

– Furti in esercizi commerciali: +19,26%

– Furti con destrezza: +12,41%

– Delitti informatici: +94,05%

Estorsioni: +20,22%

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here