Sgombero rom Milano Rogoredo – San Donato, botta e risposta tra Granelli e De Corato. E i cittadini cosa dicono? Scriveteci!

Incendio campo ROM Milano-2Ennesimo sgombero (280 quelli effettuati dalla giunta arancione durante il 2014, 108 l’anno precedente, secondo i dati diffusi da Palazzo Marino), nella mattinata di venerdì 28 agosto, nei confronti di un campo rom abusivo nel territorio milanese. Questa volta il blitz del Comune ha interessato un’area posta tra l’autostrada del Sole e la tangenziale, al confine sud della città, tra Rogoredo e San Donato, dove Polizia locale e Amsa hanno allontanato gli occupanti e demolito le baracche. I rom “attraversano l’autostrada pericolosamente per sé e per gli automobilisti. È così da molti anni. Finalmente ora a fine mese inizieranno i lavori del Comune di Milano per meglio recintarla”, si legge sulla pagina Facebook di Marco Granelli, assessore comunale alla Sicurezza (dopo tre anni di specifiche segnalazioni, ndr).

 

SOPRALLUOGO E CONTROMISURE – Lo stesso assessore, insieme con alcuni agenti della Polizia locale, è stato protagonista di “un lungo sopralluogo nelle limitrofe aree tra Rogoredo, l’autostrada, la Ferrovia, fino all’area ex Porto di mare”, nel corso del quale sono stati individuati, sotto i piloni dell’autostrada e della tangenziale, i resti di vecchi insediamenti, “con diversi rifiuti e molte siringhe, segno di spacciatori e tossicodipendenti”.

– Granelli ha annunciato di voler convocare, nei prossimi giorni, le proprietà Fs e Serravalle per mettere giù un piano, insieme con il presidente del Consiglio di Zona 4 Loredana Bigatti e al sindaco del Comune di San Donato, Andrea Checchi, al fine di “mettere tutte le aree in sicurezza e pulirle e magari renderle più belle. Così anche i quartieri di Rogoredo, Corvetto e Chiaravalle saranno più puliti e sicuri”.

 

GRANELLI: “CON DE CORATO SOLO FAVELAS” -E poi, una stoccata all’ex vicesindaco di Milano: “Quando al mio posto c’era De Corato, in quest’area c’erano favelas per centinaia di rom occupanti abusivi. Ora li abbiamo allontanati e stiamo mettendo le zone in sicurezza e stiamo pulendo e riqualificando. Ci piace una periferia diversa”.

– L’assessore ha anche ricordato che nella giornata di giovedì, “la Polizia Locale ha provveduto a sgomberare e mettere in sicurezza l’ex spogliatoio al Parco Lambro, un’area del Parco delle memorie industriali e un’area vicina a Cascina Gobba. E lunedì e martedì sono programmati con Amsa e Nuir altri interventi. Insieme per meglio studiare poi come riqualificare e mettere in sicurezza. Non molliamo”.

 

DE CORATO: “GRANELLI DOVREBBE ACCORGERSI DI QUELLO CHE AVVIENE IN CITTÀ “ – Pronta, nella giornata di sabato, la replica di Riccardo De Corato, secondo il quale “Granelli sta facendo molta confusione”.

– Perché l’area in questione, quella sotto il ponte di Rogoredo, secondo il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Regione Lombardia, sarebbe stata “sgomberata più volte dai nomadi durante le nostre amministrazioni. Ad ogni nuovo arrivo, si procedeva all’allontanamento tempestivo degli occupanti”. Sarebbe semmai proprio dal 2011 che con l’insediamento della giunta Pisapia e di Marco Granelli, “i nomadi sono arrivati e sono rimasti”. Un Granelli distratto, insomma, per De Corato, che “invece di voltarsi indietro e guardare ai nostri anni alla guida della città”, sarebbe meglio si accorgesse “di quello che avviene in città”.

– Perché non sgomberare le aree occupate dalle roulotte a Lambrate, nell’area ex Innocenti fino a Rubattino?, domanda il consigliere regionale. Per poi attaccare: “I cittadini sono esasperati, si sentono abbandonati dal Comune“, tanto che “organizzeranno una camminata di protesta per il prossimo settembre. Furti, scippi, rapine: i residenti di Lambrate sono costretti a camminare fra gli insediamenti di nomadi e panni stesi fra una roulotte e l’altra. Come risponde Granelli a questi milanesi?”.

 

LA PAROLA AI CITTADINI – Invitiamo tutti i lettori e i residenti della zona a raccontarci le proprie esperienze in merito alla sicurezza del quartiere, scrivendoci a redazione@cronacamilano.it

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Emergenza rom via Rubattino Milano, una lettrice: “Ci sono centinaia di rom, da quando è cambiato il Sindaco non ci sono più i presidi, siamo soli e abbandonati”

Rom Milano quartiere Rubattino, la protesta di una residente a CronacaMilano: abbiamo paura per i nostri figli

Rom via Rubattino Milano, un residente: “Continuano ad arrivare e fanno pressing su autobus, nei parchi e nei supermercati di zona. Le mamme hanno paura”

Rom quartiere Rubattino Milano, residente elenca problemi uno ad uno: “Furti, scippi, danneggiamenti, topi”

Rom via Rubattino e Milano Est, il punto della situazione: “Furti continui, illegalità, degrado, utilizzo della fontana per lavarsi nudi e altro”

S.P.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here