Fabbrica tessile clandestina Busto Arsizio, operai cinesi tra pareti di cartone e senza finestre

Lavoratrici_CinesiIl blitz è avvenuto a Busto Arsizio (VA), presso una fabbrica clandestina.

 

La scoperta è stata fatta dall’Ispettorato del lavoro di Varese, in seguito ad un controllo mirato a contrastare il lavoro nero.

 

Sotto gli occhi delle Autorità preposte, una vera e propria azienda tessile clandestina, dove 11 operai cinesi erano costretti a lavorare e vivere in condizioni di degrado, tra mura di cartone e senza finestre.

 

Degli 11 soggetti, tutti clandestini, 6 avevano al seguito figli minori, anch’essi costretti a vivere nel medesimo spazio.

 

Dagli accertamenti eseguiti, è risultato che la fabbrica è di proprietà di un italiano, ma gestita da un cinese. L’area è stata sequestrata.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci aredazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

PUBBLICITA’ A PARTIRE DA 10 EURO  – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, ad eventi, mostre o spettacoli, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here