Rapine via Castelbarco e Università Bocconi Milano, presa banda accusata di 15 colpi

Polizia_Di_StatoL’arresto è avvenuto all’una del mattino di domenica 1 novembre 2015 a bordo del tram 15, dove agenti della Polizia di Stato hanno fatto scattare le manette per 4 rapinatori egiziani, di cui 2 minorenni.

Si tratta dell’operazione “Dark night”, termini non casuali considerando l’estrema crudeltà delle aggressioni commesse dai giovani che, ha spiegato la Questura, tutti arrivati in Italia da almeno 3 anni come minori non accompagnati, poi erano riusciti a sparire nel nulla.
Dalle indagini eseguite, infatti, i soggetti sono senza fissa dimora e con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, rapina e detenzione illecita di armi; due sono 17enni, ora nel carcere Beccaria, gli altri due hanno rispettivamente 19 e 20 anni, quest’ultimo il presunto capo della banda, identificato da numeroso vittime che ne hanno riconosciuto le scarpe rosse con la punta in metallo.

Le indagini attribuiscono alla banda almeno 15 rapine, compiute dal 16 ottobre scorso nella zona di via Castelbarco e dell’università Bocconi, preferibilmente di sera o di notte.
Tra le vittime prescelte rientravano soprattutto ragazzi giovani, italiani, con zainetti e cellulari in mano. Colte alla sprovvista, le vittime venivano subito ferite con calci e pugni, anche in testa o sul ventre.
Durante alcuni episodi, gli investigatori hanno accertato che, la banda, utilizzava anche cocci di bottiglie in vetro e coltelli, lasciati appositamente in mano ai minori.
Al momento, le vittime registrate ufficialmente sono 11, ma secondo gli Inquirenti il numero potrebbe salire notevolmente.

La prima rapina commessa nella zona, al momento, risulterebbe essere quella del 16 ottobre in via Argelati, ai danni di un 36enne italiano derubato di cellulare e fede in oro e preso calci e pugni in volto. La vittima aveva ricevuto una prognosi di 20 giorni per il trauma cranio facciale riportato.
Seguono rapine nei giorni subito successivi nella stessa zona: il 18 ottobre un 30enne era stato aggredito fino a perdere i sensi e derubato di 200 euro riportando una prognosi di 15 giorni.
Un altro episodio particolarmente violento quello del 24 ottobre in via Gentiloni, quando in tarda serata due amici 21enni sono stati picchiati e derubati riportando ferite con prognosi di oltre 15 giorni.
I 4 sono stati arrestati con l’accusa di rapina aggravata in concorso.

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here