Sciopero tecnici Scala Milano, a rischio la prima de “L’histoire de Manon” con Bolle

Scala_di_MilanoLa nota è stata comunicata dalla Rsa Cgil Scala, che ha proclamato un pacchetto di 24 ore di sciopero, che coinvolgerà anche la prima di L’histoire de Manon, il balletto in cartellone giovedì 12 novembre 2015, protagonisti Roberto Bolle e Svetlana Zakharova.
A incrociare le braccia i tecnici di palcoscenico del Teatro alla Scala di Milano, che protestano contro la revisione dell’organico.
«Dopo mesi in cui la Slc Cgil richiede di affrontare il tema dell’urgenza di una revisione dell’organico tra i tecnici di palcoscenico, nelle ultime settimane si sono svolti alcuni incontri unitari con la Direzione Scala. La delegazione Cgil – spiega una nota del sondacato – ha chiesto che vi fosse l’assunzione immediata di lavoratori da impiegare nei reparti macchinisti, meccanici, elettricisti e attrezzisti per il 2016. Questo perché la sola forza lavoro della squadra trasporti, che la direzione ha deciso di riqualificare in palcoscenico e composta da 11 lavoratori, non è ritenuta da noi sufficiente».
«Avevamo inoltre richiesto – prosegue il sindacato – un adeguamento dell’organico anche presso i laboratori Ansaldo e su questo la direzione ha ritenuto di prevedere l’assunzione di 6 lavoratori a tempo determinato oltre a 13 persone che verranno impiegate in più reparti; è anche prevista, su richieste sindacali, l’assunzione di 25 persone per il corpo di ballo». Al sindacato «risulta quindi incomprensibile il motivo per cui solo per i tecnici di palcoscenico, la direzione della Scala non intenda riconoscere l’esigenza occupazionale da noi richiesta e motivata anche in seguito alle produzioni attuali e future».

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here