Sequestro alimenti destinati ai ristoranti milanesi, Nas scoprono 21 tonnellate irregolari

I prodotti hanno girato mezzo mondo chiusi dentro un tir; impossibile stabilirne la tracciabilità e la data di scadenza

CarabinieriNon si ferma l’attività di controllo delle Forze dell’Ordine, più che mai attive in vista delle vacanze natalizie. Oltre ai presidi anti-crimine, sotto la lente d’ingrandimento anche la qualità degli alimenti destinati a ristoranti e cenoni.
L’ultima indagine dei Nas ha portato allo scoperto ben 21 tonnellate di alimenti di origine animale provenienti dall’estremo oriente e in procinto di raggiungere Milano, via Brindisi.
Secondo quanto spiegato dai Carabinieri, si tratta di derrate alimentari del valore di oltre 200 mila euro; il cibo era trasportato all’interno di un Tir proveniente dalla Grecia e, una volta giunto a Brindisi, aveva proseguito il viaggio fino a Milano, dove la destinazione finale era un capannone di una ditta di import-export.
Intercettato dai Nas, il carico è stato vagliato e, l’esito, ha portato allo scoperto la violazione della normativa della Comunità Europea circa tracciabilità e documentazione relativa alle derrate alimentari.
Per i prodotti analizzati pertanto, destinati ai ristoranti meneghini, sarebbe risultato impossibile risalire a provenienza, controllo-qualità e data di scadenza.
Le derrate sono state posto sotto sequestro e, il legale rappresentate della società, è stato denunciato per importazione e commercializzazione di prodotti alimentari di origine animale provenienti dall’Estremo Oriente e commercio di sostanze alimentari pericolose per la salute pubblica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here