Deroghe blocco traffico Milano 28 – 30 dicembre 2015, elenco categorie e vie escluse dal divieto

Le sanzioni per chi trasgredisce vanno da 164 a 366 euro; di seguito l’elenco completo di chi potrà circolare e dove, nonostante il blocco delle auto

Traffico-3Il Comune di Milano ha stabilito che lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 dicembre 2015 sarà attivo il blocco della circolazione in tutta Milano, dalle 10,00 alle 16,00. Il divieto di circolazione, tuttavia, non riguarda tutti i cittadini: di seguito l’elenco delle categorie che potranno comunque avvalersi del proprio veicolo, nonché l’elenco delle vie dove il transito non è vietato.
TRATTI STRADALI DOVE È CONSENTITA LA CIRCOLAZIONE – Si ricorda che è consentita la circolazione su:
– tratti autostradali, svincoli di accesso e di uscita, strade statali e provinciali, svincoli autostradali e tratti stradali di collegamento tra il confine comunale e i seguenti parcheggi di corrispondenza:
– Maciachini: v.le Enrico Fermi, via Populonia, via Murati, viale Marche sino al parcheggio MM Maciachini,
– Cascina Gobba: via Milano (Cologno M.) e S.S. 11 Padana Superiore, Forlanini: Viale E. Forlanini, via CAvriana siano al parcheggio di corrispondenza di via Alfonso Gatto San Donato 1 e 2: SS 9 via Emilia, S.S. 415 Paullese,
– Bisceglie: via Pertini, sottopasso Kennedy, via Sant’Elia fino all’imbocco con via Natta,
– Molino Dorino e San Leonardo: Nuova bretella Settimo Milanese – Molino Dorino, via Gallarate fino all’intersezione con la carreggiata congiungente via Appennini, via Appennini fino all’incrocio con via Borsa, via Borsa fino al parcheggio San Leonardo,
– Famagosta: via del Mare fino al parcheggio Famagosta.
Inoltre:
– tratto stradale di via G. Ripamonti (compreso tra il confine con il Comune di Opera e via Gagini (capolinea tram 24) di collegamento tra lo svincolo della SS 412 della Val Tidone ed i parcheggi posti in corrispondenza delle stazione periferiche dei mezzi pubblici,
– tratto stradale compreso tra le cascine Guascona e Guasconcina ed il capolinea dell’autobus n. 63 in via Jemolo e più precisamente: via Guascona – via Martirano (tratto compreso tra via Guascona e via Assiano) – via Assiano (tratto compreso tra via Martirano e via Mosca) – via Jemolo (tratto compreso tra via Moltono e via Assidano).
SANZIONI, DA 164 A 366 EURO – L’inosservanza alle misure esposte nel presente provvedimento sarà punita ai sensi dell’art. 7, comma 13, del D.Lgs 30 aprile 1992 n. 285, con una sanzione pecuniaria amministrativa, da euro 164,00 a euro 633,00.
VEICOLI AI QUALI È PERMESSO CIRCOLARE:
– Velocipedi,
– veicoli elettrici,
– ibridi plug-in e ibridi range-extended,
– Ambulanze;
– veicoli di Forze Armate, Polizia, Polizia locale, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Asl, Aso, Corpo Forestale, aziende ospedaliere;
– veicoli in dotazione e di servizio di Enti locali e dello Stato solo per emergenze, sorveglianza cantieri o obblighi di Legge;
– veicoli del car sharing;
– veicoli a servizio del bike sharing;
– taxi di turno, autobus in servizio pubblico di linea, autobus e autoveicoli in servizio di noleggio con conducente;
– veicoli per trasporti specifici e per uso speciale esercenti esclusivamente pubblico servizio in materia di gas, energia elettrica e termica, acqua, illuminazione e trasporti, telecomunicazioni, igiene ambientale, raccolta rifiuti e di ausilio agli organi di polizia stradale;
– veicoli muniti di contrassegno per il trasporto di portatori di handicap. Per il tragitto senza la presenza della persona portatrice di handicap a bordo è necessario munirsi di apposito permesso rilasciato dalla Polizia locale, dietro esibizione di dichiarazione sostitutiva atto di notorietà (autocertificazione) nella quali in conducente dichiari percorso e orario;
– veicoli utilizzati per il trasporto di persone o animali sottoposte a terapie o esami indispensabili o dimesse da ospedali e case di cura in grado di esibire relativa certificazione medica o prenotazione o foglio di dimissione. Per il tragitto-percorso senza la persona o l’animale che deve essere sottoposta a terapia o esami indispensabili o che deve essere dimessa è necessario esibire adeguata certificazione o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (autodichiarazione) nella quale il conducente dichiari percorso e orario;
– veicoli utilizzati da operatori sanitari e assistenziali in servizio con certificazioni del datore di lavoro o dell’Ente per cui operano che dichiari che l’operatore sta prestando assistenza domiciliare a persone affette da patologie per cui l’assistenza domiciliare è indispensabile;
– veicoli utilizzate da persone che svolgono servizi di assistenza domiciliare a persone affette da grave patologia con certificazione in originale rilasciata dagli Enti competenti o dal medico di famiglia;
– veicoli utilizzati da soggetti donatori di sangue in grado di esibire documentazione rilasciata dalla struttura sanitaria ricevente o da associazioni di donatori di sangue riconosciuta da cui si evinca il luogo e l’orario della donazione;
– veicoli di soggetti che fanno parte di associazioni di volontariato diretti a strutture ospedaliere e altri ricoveri assimilati, nonché strutture socio-assistenziali o di detenzione, purché i volontari siano muniti di certificazione rilasciata dal Presidente dell’Associazione sulla quale deve essere indicata la struttura presso la quale devono recarsi nonché l’orario di svolgimento dell’attività di volontariato;
– veicoli di medici e veterinari in visita  domiciliare con medico a bordo e munito di tessera dell’Ordine professionale;
– veicoli utilizzati da medici e operatori sanitari in turno di reperibilità nell’orario del blocco;
– veicoli utilizzati per il rifornimento urgente di medicinali;
– veicoli utilizzati da lavoratori con certificazione rilasciata dal datore di lavoro, quando dalla stessa risulti un orario di inizio o fine turno, al di fuori degli orari di servizio dei mezzi di trasporto pubblico o sede di lavoro non servita dai mezzi medesimi;
veicoli per il trasporto di pasti per il rifornimento di mense ospedaliere, case di riposo per anziani, strutture sanitarie e assistenziali e per consegna pasti presso il domicilio dell’assistito;
veicoli utilizzati dall’Autorità Giudiziaria, dagli Agenti e Ufficiali di Polizia Giudiziaria in servizio e con tesserino di riconoscimento;
– veicoli utilizzati da giornalisti in servizio con certificazione rilasciata dal datore di lavoro attestante il tipo di attività svolta;
– veicoli al servizio di testate televisive e per riprese cinematografiche con a bordo i mezzi di supporto, di ripresa, i gruppi elettrogeni, i ponti radio ecc.;
– veicoli utilizzati da lavoratori che stanno rispondendo a chiamata in reperibilità e di artigiani della manutenzione e della assistenza per interventi tecnico-operativi urgenti e indilazionabili riconoscibili dalla livrea o in grado di esibire la relativa documentazione;
veicoli o mezzi d’opera per i quali sono state precedentemente rilasciate dai Settori comunali competenti o autorizzazioni con nulla osta della Polizia municipale per quanto concerne le operazioni di trasloco o allestimenti che prevedono occupazione di suolo pubblico;
– veicoli di imprese che svolgono lavori per conto del Comune o per conto di Aziende di sottoservizi, forniti di adeguata documentazione dell’Ente per cui lavorano;
– veicoli di incaricati dei servizi di pompe funebri e trasporti funebri e veicoli utilizzati dai partecipanti alle funzioni funebri, questi ultimi purché forniti di adeguata documentazione (sarà sufficiente esibire gli inviti o le attestazioni rilasciate dai ministri officianti);
– veicoli in arrivo e in partenza presso strutture ricettive muniti di apposita documentazione;
veicoli destinati o provenienti verso/da scali aerei, ferroviari e marittimi muniti di apposito biglietto di viaggio;
– veicoli utilizzati da venditori ambulanti muniti di regolare licenza e di autorizzazione ad occupare suolo pubblico rilasciata dal settore comunale competente, esclusivamente per il percorso dalla residenza alla postazione di mercato e per i mercati che abbiano inizio o termine nella fascia oraria di blocco.
– L’orario e il tragitto in cui è consentito circolare devono essere congrui con la motivazione dell’esonero.
TESTO COMPLETO DELLA DELIBERA – Per il testo completo della delibera, CLICCA QUI
CONTATTI –
Per ulteriori domande sono disponibili i seguenti contatti:
Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia,
– email:sindaco.pisapia@comune.milano.it
– indirizzo:piazza della Scala, 2
– Assessore alla Mobilità e Ambiente di Milano, Pierfrancesco Maran,
– email: assessore.maran@comune.milano.it
– telefono: Tel: 02-884.68250
– indirizzo: via Beccaria, 19
Polizia locale: comando centrale di Milano
– via Cesare Beccaria, 19
– telefono: 02.02.08

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here