Arresti prostituzione minorile Brescia; uno degli indagati, sieropositivo, chiedeva rapporti non protetti

Trenta, secondo gli Inquirenti, i ragazzi dai quali l’uomo avrebbe ottenuto prestazioni; i giovani hanno dai 18 ai 22 anni

Polizia MagentaL’indagine è stata condotta dalla polizia locale di Montichiari, in provincia di Brescia: due uomini sono finiti in manette, e tre sono stati indagati.
L’operazione è nata contro lo sfruttamento della prostituzione minorile; in tale ambito, gli agenti hanno scoperto che uno degli indagati, un uomo di 56 anni, era in possesso di un certificato di invalidità proprio in quanto affetto dal virus Hiv.
La pista seguita dagli Inquirenti vede 56enne quale protagonista di rapporti sessuali non protetti con 30 ragazzi, dai 18 ai 22 anni, con il presunto scopo di contagiarli.
Secondo le indagini condotte, infatti, il soggetto sarebbe stato solito frequentare l’oratorio locale, per fissare poi gli incontri presso un albergo della zona. Qui sarebbero avvenute le prestazioni, pagate con danaro.
Il secondo soggetto arrestato è un uomo di 41 anni, di Brescia, accusato dagli Inquirenti anche di essere in possesso di materiale pedopornografico, rinvenuto nella sua abitazione.
Oltre ai due uomini, coinvolti anche altre tre persone; per queste ultime, le accuse sono di sfruttamento della prostituzione minorile e detenzione di materiale pedopornografico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here