Arresto piazza Piola Milano latitante albanese, era stato condannato per prostituzione e droga

L’uomo ha mostrato documenti falsi e, anche l’auto che guidava, era intestata a un prestanome; con lui una giovane donna moldava

Polizia e CarabinieriL’arresto è avvenuto ieri, in piazzale Piola, ad opera della Polizia di Stato: in manette un uomo albanese di 39 anni, ricercato dopo essere stato condannato a 7 anni e 8 mesi di carcere, per un cumulo di reati legati alla prostituzione e alla droga.
Secondo quanto spiegato, gli agenti della Mobile hanno notato l’uomo mentre si trovava al volante di una Volvo, in compagnia di una giovane donna.
Una volta fermato e sottoposto a controllo, la donna è risultata essere una moldava irregolarmente in Italia; l’uomo, invece, ha mostrato una carta di identità e una patente risultati falsi.
I documenti, infatti, erano intestati a un uomo greco, e anche l’auto è risultata intestata a un prestanome italiano (incensurato).
Una volta scoperta la vera identità dell’uomo, il 39enne è risultato essere latitante da novembre 2015, quando venne raggiunto da un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Genova, con una pena di 7 anni e 8 mesi per numerosi reati commessi fra Liguria, Piemonte e Lombardia negli ultimi 15 anni, legati a prostituzione e droga.
Il latitante è stato arrestato e portato a San Vittore, mentre la ragazza in sua compagnia è risultata estranea ai fatti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here