D-Day fisco Italia, dal 31 marzo 2016 controlli a tappeto dell’Agenzia delle Entrate

Le posizioni verranno comunicate da poste, banche e operatori finanziari; il meccanismo è stato ampliato ed esteso dal governo Renzi

EuroDal 31 marzo 2016 attenzione a cassette di sicurezza, assegni, bonifici, contanti e soprattutto conti correnti: avrà infatti inizio il “D-Day” del fisco e, chiunque, sarà sotto la lente d’ingrandimento dell’Anagrafe dei rapporti finanziari, che raccoglierà tutti i saldi, le giacenze medie e i movimenti bancari dei cittadini.
Sfuggire, infatti, sarà molto difficile, poiché le posizioni verranno comunicate  da poste, banche e operatori finanziari.
Il meccanismo, tuttavia, non è una novità, poiché gli operatori finanziari sono obbligati dal 2012 a trasmettere all’Agenzia i saldi di fine anno dei loro clienti. Tuttavia, la legge di stabilità 2016 voluta dal Governo Renzi, ha consolidato il meccanismo ed esteso l’opera di controllo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here