Fugge dal carcere di Nuoro e si rifugia a Milano in via Pasteur, era ricercato da quasi un anno

L’uomo, cileno, si è avvalso della complicità della fidanzata; è stato arrestato dai Carabinieri

CarabinieriUn lungo viaggio da Nuovo a Milano, iniziato con un’evasione e terminato con un arresto: è quanto accaduto a un giovane di 26 anni, di origine cilena, scomparso dal carcere di Nuoro da quasi un anno.
Secondo quanto spiegato, era il giugno scorso quando il ragazzo, recluso a Nuoro per rapina, ha approfittato di un permesso premio, dandosi alla macchia.
Le indagini erano subito scattate e, piano piano, gli elementi hanno condotto gli investigatori a Milano, dove il 26enne si è rifugiato in un appartamento in via Pasteur, grazie alla complicità della fidanzata peruviana.
Fondamentali sono stati i rilievi eseguiti, durante le indagini, sul luogo di un furto in appartamento: in tale occasione i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano sono riusciti a rilevare le impronte digitali del 26enne e della sua complice, fino a risalire alla loro abitazione meneghina.
Gli uomini della “Catturandi” del Nucleo Investigativo sono poi riusciti a localizzare la donna che, a sua insaputa, li ha condotti fino in via Pasteur.
A seguito di approfonditi appostamenti e accertato che il 26enne fosse in casa, i militari hanno compiuto l’irruzione che ha portato all’arresto del malvivente e della donna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here