Arresti per terrorismo Lombardia e Piemonte, presa coppia diretta in Siria con figli

Arresti eseguiti nelle province di Milano, Lecco e Varese, e in Piemonte; mandato emesso dal gip di Milano Manuela Cannavale

Elicottero CarabinieriL’operazione è stata condotta dai carabinieri del Ros e dai poliziotti dell’Ucigos e delle digos locali, ed è iniziata alle prime ore di stamattina: eseguiti 6 arresti per terrorismo nei territori della provincia di Milano, Lecco e Varese, e in Piemonte.
Gli agenti, coordinati dalla Procura Distrettuale di Milano d’intesa con la Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Milano Manuela Cannavale, nei confronti di 6 soggetti, due dei quali latitanti, accusati di partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo internazionale.
Svolte le perquisizioni del caso, gli Inquirenti hanno rinvenuto materiale definito “di grande interesse investigativo” in merito alla presenza e alle rete di collegamento dei foreign fighters sul territorio nazionale.
Tra gli indagati anche una coppia, uomo e donna, residenti a Lecco, entrambi di origine marocchina ma con cittadinanza italiana; secondo quanto accertato degli investigatori, i due sarebbero stati pronti a partire verso la Siria, portando con sé i propri figli di 2 e 4 anni. Lo scopo della coppia era quello di unirsi al Califfato.
Assieme alla coppia, arrestato anche un ragazzo di 23 anni, di origine marocchina, anch’egli pronto al viaggio e fratello di un noto foreign fighter espulso dall’Italia nel gennaio 2015.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here