Truffa vendita case di lusso Milano, ecco come agivano i malviventi

Diciassette le compravendite fittizie accertate, con una refurtiva da 2 milioni di euro; la gag della vendita della Fontana di Trevi non potrebbe essere più attuale

targa MontenapoleonePotrebbe sembrare l’immortale gag di Totò che cerca di vendere la Fontana di Trevi, eppure, la truffa della vendita di immobili di lusso è sempre attuale e, purtroppo, sono ancora non poche le vittime che ne escono puntualmente raggirate.
Secondo quanto spiegato dai Carabinieri, l’ultimo grave episodio si è svolto a Milano, dove al termine di serratissime indagini sono finite in manette 8 persone, con le pesanti accuse, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, al falso, alla sostituzione di persona e all’impiego di denaro di provenienza illecita.
In base a quanto emerso dall’attività del Nucleo Investigativo, gli indagati, tutti italiani, hanno organizzato 17 compravendite fittizie di immobili di pregio, tutti situati presso quartieri centrali della città, riuscendo a truffare ben 2 milioni di euro.
Le ricostruzioni effettuate hanno permesso di acclarare che, i malviventi, erano particolarmente abili e conoscitori del mercato immobiliare; approfittando della propria disinvoltura, riuscivano facilmente ad accaparrarsi la fiducia dei proprietari, che avvicinavano proponendo un inesistente portafoglio clienti di facoltosi stranieri interessati all’acquisto.
Parallelamente, raggiravano anche i compratori, spacciandosi per i proprietari degli immobili, rispetto ai quali riuscivano a rubare le generalità, copiandole su documenti d’identità clonati.
A questo punto, i malviventi si facevano avanti con offerte estremamente convenienti, proponendo vendite a prezzi notevolmente inferiori rispetto al reale valore degli appartamenti, che le vittime non potevano rifiutare.
Una volta stipulato il compromesso e ottenute le caparre, i truffatori acquistavano lingotti d’oro in Svizzera e sparivano nel nulla.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here