Bilancio esplosione via Brioschi Milano: 3 morti, 3 feriti gravi, 3 edifici inagibili, 50 famiglie sfollate

Da accertare i motivi che hanno portato alla perdita di gas; l’area è al momento chiusa, al fine di consentire le manovre di ripristino della sicurezza

Vigili Del FuocoUn bilancio drammatico emerso a fine della giornata di domenica 12 giugno 2016 in via Brioschi, zona Navigli, a seguito di una violenta esplosione dovuta a una fuga di gas: tre gli stabili inagibili, altri due edifici inagibili ai numeri civici 67-69-71 e via Portoferraio 4 per un totale di circa 50 appartamenti evacuati per ragioni di sicurezza.
Sono 50 i nuclei familiari che al momento hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni, di cui 21 famiglie residenti nello stabile dove si è verificato lo scoppio. Sono 17 le famiglie, per un totale di 56 persone (tra cui 9 minori), che hanno accettato l’ospitalità del Comune in albergo. Gli altri nuclei familiari hanno preferito farsi accogliere da amici e parenti presso le loro case.
Lo scoppio è stato causato da una perdita di gas. Le indagine in corso accerteranno i motivi della violenta esplosione, che ha provocato la morte di tre persone: una giovane coppia, un ragazzo di 27 anni, una ragazza di 22 anni, e una donna di 43 anni.
Nello scoppio sono rimasti gravemente feriti le figlie della donna, di 7 e 11 anni, e il marito, 51 anni. Tutti e tre sono ricoverati in ospedale, in prognosi riservata.
Altre 8 persone sono state ferite e medicate in codice verde.
Grazie a Protezione Civile, Polizia locale e Nuir da questa mattina è stato allestito un punto di aiuto e ristoro per i cittadini in via Brioschi. Sul posto hanno portato soccorso decine di Vigili del Fuoco, agenti della Polizia di Stato, operatori del 118 e militari dell’Arma dei Carabinieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here