Degrado stazione Centrale Milano, De Corato: “Intollerabile, inaccettabile, insostenibile”

Furti, bivacchi e bisogni corporali espletati a cielo aperto: alla vigilia dei nuovi arrivi preventivati per l’estate, la situazione del quartiere è sempre più grave

senzatettoCon l’addentrarsi nell’estate, peggiora la situazione di degrado intorno alla stazione Centrale di Milano, dove nell’ultima settimana si sono verificato nuovi arrivi di migranti, molti dei quali costretti a dormire sul pavimento della struttura a causa di mancanza di strutture adeguati. Ulteriori, nuove ondate sono previste nelle prossime settimane, e le critiche sulla gestione dell’emergenza non si fermano, soprattutto per l’allarme igienico-sanitario lanciato attorno a tutta la zona della Centrale, dove la qualità di vita dei residenti è in difficoltà sempre maggiore.
“Mentre la stazione Centrale di Milano torna al centro dell’attenzione per quella che i giornali hanno ribattezzato ennesima invasione di migranti, la situazione sta letteralmente sfuggendo di mano in piazza Duca d’Aosta e nelle vie attigue”, commenta Riccardo De Corato, capogruppo di FDI AN in Regione Lombardia.
Dentro tutto il quartiere, infatti, sono proliferati bivacchi di clandestini e irregolari con l’aggravante, in barba al concetto di “accoglienza” sventolato dall’Amministrazione cittadina, di una situazione igienico-sanitaria sempre più allarmante, poiché “i bagni chimici sono stati tolti circa 1 mese fa – prosegue De Corato. – Clandestini ed extracomunitari fanno i loro bisogni ovunque, sotto gli occhi di agenti della Polizia locale (3 auto ogni giorno a vigilare), Polizia, Carabinieri e forze dell’ordine”.
In più, sempre più grave anche la condizione di illegalità dell’area, “Settimana scorsa abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione che anche lo spaccio di droga, nella zona, avviene a cielo aperto – sottolinea ancora De Corato –, proprio come l’espletamento delle necessità fisiologiche di chi vi staziona tutto il giorno”.
“Col centrodestra e con me assessore, nella zona c’erano un nucleo di 10 agenti di Polizia Locale 24 ore su 24, Polizia di Stato e militari – conclude Riccardo De Corato –. Una presenza che aveva ridotto del 40% i furti. Oggi, invece, nella Milano che ambisce a diventare capitale finanziaria d’Europa dopo la Brexit, abbiamo un bivacco a due passi dal centro. Intollerabile, inaccettabile. Insostenibile”.
Invitiamo tutti i lettori a inviarci foto e segnalazioni circa le condizioni di degrado e mancanza di sicurezza della città: scriveteci a redazione@croncamilano.it, daremo voce a ogni cittadino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here