Arrestato corriere della droga stazione Garibaldi Milano, aveva 64 ovuli in pancia. Analisi fenomeno

La Polfer ha notato il comportamento sospetto dell’uomo, che si toccava insistentemente l’addome. Dentro aveva 730 grammi di coca

droga e contantiSabato 11 febbraio 2017 il personale della Polizia Ferroviaria in servizio alla Stazione di Milano Porta Garibaldi ha tratto in arresto un cittadino mauritano di 26 anni, regolare sul territorio nazionale, che aveva ingerito ovuli contenenti sostanze stupefacenti.
L’uomo, giunto alla stazione a bordo di un treno TGV proveniente da Parigi, è stato notato dalle pattuglie Polfer che svolgevano servizio antiterrorismo, mentre cercava di eludere i controlli.
Fermato, nonostante il possesso di regolare permesso di soggiorno, i poliziotti insospettiti dal particolare nervosismo del cittadino straniero e dal fatto che si toccasse continuamente l’addome, decidevano di procedere a un controllo più approfondito, accompagnandolo presso l’ospedale Niguarda dove veniva sottoposto ad analisi radiologica dalla quale risultava la presenza di numerosi involucri a forma ovoidale.
Ci sono voluti due giorni per il recupero della sostanza ingerita: 64 involucri per un peso complessivo di 730 grammi del tipo cocaina.
Processato con rito direttissimo è stato confermato il suo arresto e trasferito al carcere di San Vittore.

APPROFONDIMENTO – Ti interessa l’argomento trattato? Leggi l’approfondimento di CronacaMilano Sequestro droga Malpensa, arrestati ovulatori. Analisi fenomeno e tecniche dei narcotrafficanti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here