Bilancio interventi Polizia Locale Cinisello Balsamo 2016, oltre 13mila richieste pervenute

Il 78% delle richieste ha interessato la sicurezza stradale, mentre il 22% è legato a problematiche di sicurezza urbana. Di seguito i dettagli

vigili 2Sono complessivamente 13.860 le richieste di intervento pervenute nel corso del 2016 alla centrale operativa della Polizia Locale di via Gozzano. Il 78% è relativo alla sicurezza stradale, mentre il 22% è legato a problematiche di sicurezza urbana.
Gli incidenti stradali ammontano a 590. Benché il numero sia progressivamente diminuito nel corso dell’ultimo decennio (nel 2007 erano 984), c’è da sottolineare, al contrario, una crescita del numero di pedoni coinvolti: nel corso del 2016 sono stati 71 contro i 59 del 2007.
Anche l’impatto delle modifiche al codice penale relative all’introduzione del reato di “omicidio stradale”, al momento, non risulta apprezzabile.
335 gli incidenti senza feriti, 249 quelli con feriti, 3 mortali e 3 in prognosi riservata. Il 44% dei conducenti coinvolti è nella fascia di età tra i 31 e i 50 anni.
Le violazioni accertate al Codice della Strada sono state 32.812 contro le 28.346 del 2015. Il 71% è legato al superamento del limite di velocità, 17% al divieto di sosta, mentre 12% riguarda altre norme di comportamento.
I veicoli rimossi sono stati 811, di cui 191 demoliti, mentre 156 erano sprovvisti di assicurazione.
Altrettanto significativo l’impegno sul fronte della prevenzione dei giovani utenti della strada, attraverso gli ormai collaudati corsi di educazione stradale, svolti anche in collaborazione con le autoscuole. 28 gli incontri dedicati a studenti dalle materne alle superiori contro i 24 del precedente anno.
Relativamente alle problematiche di Sicurezza Urbana, il numero di interventi più significativo ha riguardato problematiche legate alla presenza di nomadi: 199, alcuni dei quali realizzati in collaborazione con le altre forze di Polizia Locale. Altra importante attività è quella di monitoraggio dei parchi cittadini: 152 gli interventi, eseguiti anche in abiti civili.
160 il numero degli interventi effettuati dagli Agenti di Quartiere di cui il 70% relativi alla Crocetta, il 20% a Sant’Eusebio e il 10% a Campo dei Fiori.
La comparazione dei dati e la loro analisi ha portato a rimodulare il Nucleo di Quartiere, il 2017 vedrà un’implementazione organica dei vigili di quartiere con l’aggiunta di due unità rispetto al precedente anno e nuove modalità di contatto e confronto con i comitati di quartiere.
Nel 2016 sono state accertate 103 violazioni penali e sono state sviluppate 125 attività delegate dalla Procura della repubblica. Tra le violazioni più frequenti quelle contro la Pubblica amministrazione (21%), quelle relative al codice della strada (19%) e contro il patrimonio (17%). Su 95 persone indagate, 76 sono state rese note. La percentuale più alta di indagati che restano ignoti sono quelli registrati in caso di omissione di soccorso negli incidenti stradali.
La Polizia Amministrativa, che si occupa anche dell’istruttoria relativa al rilascio di alcune autorizzazioni, ha effettuato 2.627 accertamenti anagrafici, 817 di carattere tributario e 404 controlli in ambito commerciale.
Il nucleo di Polizia Ambientale ha effettuato complessivamente 1835 sopralluoghi, elevato 442 sanzioni, mappato 113 edifici in stato di abbandono ed effettuato 62 controlli mirati in discariche abusive.
Infine, l’Ufficio prevenzione violenza di genere ha rivolto la sua attività a circa 800 studenti, dalle elementari alle superiori; in particolare ai più piccoli sono stati indirizzati gli incontri dedicati al Bullismo e al Cyberbullismo. L’attività di formazione e informazione si è rivolta anche ai commercianti e ai farmacisti.
“Un bilancio delle attività che dimostra l’impegno costante e la professionalità del nostro Corpo della Polizia Locale che in questi anni ha modificato l’organizzazione in unità operative specialistiche per adattarsi alle sempre nuove esigenze del territorio.  Apprezzabile anche la collaborazione con le altre Forze dell’Ordine in occasione di operazioni straordinarie, e con i corpi di polizia Locale dei Comuni limitrofi” ha dichiarato il sindaco Siria Trezzi.
“Ci tengo a sottolineare che l’introduzione dell’arma, prevista dal Regolamento sulla Sicurezza approvato dal Consiglio comunale –  aggiunge il vicesindaco Luca Ghezzi -, non trasformerà gli agenti in “sceriffi”, al contrario contribuirà a completare un percorso avviato negli anni volto all’autotutela, che ha già visto la dotazione di diversi strumenti quali lo spray urticante, il bastone distanziatore e il giubbotto antitaglio. L’attribuzione dell’arma, inoltre, permetterà ai nostri agenti di partecipare ad iniziative ed operazioni sovracomunali in cui essa è richiesta”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here