Camera ardente e funerale Cino Tortorella Milano 27 marzo 2017, ricordi e ultimo documentario

A Milano l’addio all’indimenticabile Mago Zurlì, autore, regista e conduttore di trasmissioni ormai storiche, da Il Pomofiore a Lo Zecchino d’Oro

tortorellaÈ stata aperta a Milano, presso il foyer del Piccolo Teatro di via Rovello 2, la camera ardente di Cino Tortorella, l’indimenticabile Mago Zurlì, scomparso lo scorso 23 marzo a 89 anni.
Tra i suoi più grandi successi la trasmissione Lo zecchino d’oro, che aveva ideato e condotto per ben 50 edizioni (1959-2008), tenendo a battesimo cantanti ormai simbolo per i bambini: una su tutti Cristina D’Avena, che nel 1968 si cimentò con Il Walzer del Moscerino.
Tortorella fu anche autore e regista di trasmissioni antesignane; in questo senso ricoprì un ruolo importante nelle emittenti televisive private, dove negli anni settanta e ottanta lavorò per la bustocca Telealtomilanese e Antenna 3, offrendo al pubblico momenti di ineguagliabile svago con Il Pomofiore, precursore de “La Corrida”, e Il Napoleone e La Bustarella, dei quali fu autore con Ettore Ardenna.
L’ultimo video-documentario al quale prese parte Cino Tortorella è stato presentato sabato 25 marzo 2017 alla serata finale della 15esima edizione del Busto Arsizio Film Festival (Telealtomilanese aveva sede proprio a Busto), realizzato dall’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni.
La camera ardente sarà allestita lunedì 27 marzo dalle 9,00 alle 13,00; il funerale si svolgerà alle ore 14,45 presso la Chiesa “Divina Provvidenza” di Quinto Romano.
(foto: wikipedia.org)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here