Asta Bolaffi gioielli e orologi 5 aprile 2017 Milano, preziosi da sogno al Grand hotel et de Milan

Tra i top lot un anello con diamante con una base di partenza di 320 mila euro e un Rolex da 40 mila; “All’asta autunnale abbiamo aggiudicato un diamante alla cifra di 755 mila euro”

anello-asta-bolaffiDiamanti, prestigiosi gioielli dall’Ottocento a oggi e circa 300 orologi sono i protagonisti dell’asta Bolaffi in programma domani, mercoledì 5 aprile a Milano, al Grand hotel et de Milan, con lotti provenienti da illustri committenze.
Nell’ampia selezione di diamanti si segnala in particolare un anello con diamante taglio smeraldo di 10,40 carati, colore F, purezza VVS1, top lot della vendita, all’incanto da una base d’asta di 320 mila euro. «Il colore F, nella classificazione internazionale, indica il ‘bianco straordinario’ – spiega Maria Carla Manenti, esperta del dipartimento Gioielli di Aste Bolaffi –. A questo si aggiunge una particolare purezza, attestata dal foglio di lavoro addizionale che stabilisce che il diamante potrebbe diventare ‘potentially flawless’». Tra gli altri gioielli prestigiosi figurano un paio di orecchini Calderoni di inizio Novecento con diamanti di 14,50 carati (base 90 mila euro), una demi-parure in diamanti firmata Van Cleef & Arpels (base 33 mila euro) e un anello in diamanti di Faraone (base 15 mila euro).
Spazio anche alle creazioni di nomi storici torinesi, dalla maison Capello, fornitrice ufficiale di Casa Savoia, fino a Orisa (Anna Bacchelli) che, a partire dagli anni Trenta, conquistò l’alta società piemontese con la squisita fattura dei suoi gioielli spesso ispirati alla natura e dallo stile originale caratterizzato dal rifiuto della simmetria.
Il dipartimento degli Orologi propone un catalogo di pregiati esemplari da polso e da tasca dal Settecento ad oggi, come un raro savonette Patek Philippe del 1915 con cronografo e contatore dei 30 minuti (base 9 mila euro) e un orologio di fine Ottocento a tripla “complicazione” realizzato a Roma dal celebre orologiaio Franz Michaelsen (base 13 mila euro). Tra gli esemplari da polso più ricercati, il top lot è un Rolex Pre-Daytona del 1953, all’incanto da 40 mila euro, «particolarmente raro per lo stato di conservazione eccezionale, originale e perfetto in ogni sua parte, e privo di restauri. Una qualità che agli occhi dei collezionisti lo renderà ancor più ricercato», osserva Maurizio Piumatti, C.O.O. di Aste Bolaffi.
L’Ad di Aste Bolaffi, Filippo Bolaffi: «Dopo il successo dell’asta autunnale, durante la quale abbiamo aggiudicato un raro diamante naturale ‘Very light Pink’ alla cifra stellare di 755 mila euro, record per la nostra casa d’aste, torniamo con una nuova proposta di altissimo livello per quanto riguarda gioielli e pietre preziose, con lotti prestigiosi per una base d’asta complessiva che sfiora il milione e mezzo di euro. Siamo anche orgogliosi di presentare un catalogo di orologi con, per la prima volta, una selezionata scelta di esemplari da polso dei marchi più importanti, tra cui Patek Philippe e Rolex».
COME PARTECIPARE –  Per chi vuole partecipare in sala, è sufficiente presentarsi con un documento d’identità valido e il codice fiscale. Ai partecipanti sarà assegnato un cartellino numerico identificativo per presentare le offerte.
ORARI – l’asta si svolgerà mercoledì 5 aprile 2017 al Grand Hotel et de Milan, via Manzoni 29.
– Alle ore 10 è in programma la vendita dedicata agli orologi (lotti 1-296);
– nel pomeriggio si svolgeranno le due sessioni di gioielli, alle ore 14 e alle 17 (lotti 259-448).

AGGIORNAMENTO del 5 aprile 2017: Il top lot dell’asta, l’anello con diamante taglio smeraldo di 10,40 carati, colore F, purezza VVS1 (lotto 448), dopo un’accesa competizione tra clienti al telefono, è stato aggiudicato a 443.500 euro. Nel complesso, la selezione di gioielli ha avuto una percentuale di venduto superiore al 70%.
Gli altri migliori risultati della vendita, che si è svolta oggi a Milano, al Grand hotel et de Milan, sono quelli degli orecchini Calderoni di inizio Novecento con diamanti di 14,50 carati (111.300 euro), e dell’anello Orisa Torino a forma di fiore con al centro un diamante di taglio rotondo di 8,46 carati (lotto 180), aggiudicato a 57.500 euro, quasi il doppio della base. Alla stessa cifra è stato ceduto un anello in diamante rotondo di 9,63 carati (lotto 432).
Ottimo risultato, infine, per la selezione di orologi da polso: i top lot sono il raro esemplare di Rolex Pre-Daytona del 1953, ceduto a 55.000 euro (lotto 296) e due Rolex Daytona Cosmograph in oro bianco: il lotto 295, aggiudicato a 21.250 euro, e il lotto 294 a 18.750 euro.
Il realizzo complessivo della vendita sfiora i due milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here