Militari aggrediti da stranieri Stazione Centrale Milano, ormai tensione sempre più grave

Una colluttazione tra un gruppo di migranti e le Forze dell’Ordine; aggredito un militare di Strade Sicure, poi supportato da alcuni Carabinieri

Stazione centraleMentre il sindaco di Milano, Beppe Sala, disquisisce sulla Giornata mondiale della cannabis, il clima in Stazione Centrale ha raggiunto livelli sempre di massima gravità, come peraltro immaginabile in particolare dai cittadini residenti della zona, che da mesi parlano di una convivenza sempre più difficoltosa. E per la seconda volta in pochi mesi, un migrante ha aggredito un militare del servizio Strade Sicure.
Autore dell’aggressione è un uomo senegalese di 27 anni, nel nostro Paese con un permesso per “motivi umanitari”.
Secondo quanto ricostruito, l’uomo si sarebbe avvicinato a uno dei militari, iniziando a insultare e passando rapidamente dalle parole, ai fatti, spintonandolo. L’uomo avrebbe insistito, nonostante la reazione del militare di allontanarlo, arrivando a toccarlo al petto e sul fucile, senza comunque cercare di impossessare dell’arma.
Per dirimere la situazione, sarebbero intervenuti due Carabinieri, che hanno fatto salire il 27enne all’interno di un’auto di servizio.
A questo punto la situazione si sarebbe ulteriormente aggravata, in quanto inizialmente l’uomo avrebbe cercato di fuggire, dando vita a una colluttazione, e nel contempo sarebbero poi sopraggiunti anche altri stranieri che, insieme, si sono ribellati alle Forze dell’Ordine.
Il 27enne, nuovamente bloccato, è stato portato in caserma, dove sono state avviate le operazioni di riconoscimento e tutte le verifiche del caso.
“In riferimento all’episodio avvenuto oggi pomeriggio in piazza Duca D’Aosta – ha diffuso la Polizia di Stato in una nota –, durante il quale un giovane nordafricano ha avvicinato, offeso e aggredito un militare dell’Esercito Italiano in servizio ad un presidio nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure, il Questore di Milano in via d’urgenza attiverà, presso la Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione Internazionale, la procedura di revoca del permesso di soggiorno per motivi umanitari nei confronti dell’aggressore”.

Tra gli avvenimenti in Stazione Centrale nell’ultimo mese:
Arrestata coppia di rapinatori Stazione Centrale Milano, aggredita una giovane atleta
Furto rame stazione centrale Milano, arrestato con 80 chili di cavi
Furti stazione centrale Milano, due arresti nella stessa giornata
Droga Stazione Centrale Milano, arrestato con 1 chilo di marijuana nello zaino
Borseggiatrice stazione Centrale Milano, getta il danaro ma viene beccata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here