Seconda giornata di Barack Obama a Milano; oggi il vertice sul cibo

La visita alla Pinacoteca e in Duomo, poi l’incontro con Matteo Renzi. Oggi il vertice in fiera e la consegna delle chiavi della città dal sindaco Sala

lugar-obamaSi è svolta senza intoppi la prima giornata di Barack Obama a Milano, giunto lunedì 8 maggio nella capitale meneghina per presenziare alla terza edizione di Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit: il vertice internazionale sulla food innovation alla fiera di Rho-Pero.
L’ex Presidente è atterrato all’aeroporto militare di Linate e, con un corteo di 14 auto aperto dai poliziotti in moto e chiuso da un’auto della Polizia locale, ha raggiunto il centro città, seguito anche da un elicottero e da squadre dell’FBI.
Moltissimi i cittadini che si sono fermati lungo le transenne collocate a lato strada per salutare o semplicemente riuscire a guardare e fare uno scatto a Obama, che han raggiunto il proprio albergo, medesimo hotel dove aveva soggiornato la moglie Michelle durante la propria visita a Expo.
Come primi incontri, l’ex Presidente degli Stati Uniti ha visitato la Pinacoteca Ambrosiana  e il Duomo, accompagnato dall’arciprete Gianantonio Borgonovo.
È stato poi il turno dell’incontro con il segretario del Pd, Matteo Renzi, presso l’hotel dove alloggia Obama; i due hanno parlato per circa 2 ore, recandosi poi a Palazzo Clerici per la cena dell’Ispi e una selezionata rosa di imprenditori.
Oggi l’ex Presidente presenzierà in Fiera e riceverà le chiavi della città dal Sindaco Beppe Sala, ma non si farà mancare anche una visita alla basilica di Santa Maria delle Grazie e al Cenacolo vinciano.
(foto: Senate Office of Richard Lugar)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here