Visita Obama Milano, soddisfazione per il piano di sicurezza della Questura

“Tutti gli spostamenti sono stati caratterizzati da controlli preventivi di ricognizione e vigilanza sui percorsi stradali e nei luoghi nevralgici del capoluogo”

obama“Grazie Milano”: così l’ex presidente Usa, Barack Obama, ha chiuso il suo intervento all’incontro alla terza edizione del  Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit a Rho Pero, facendo concludere con soddisfazione una permanenza che non ha visto intoppi, neppure sul piano della sicurezza.
Per la visita di Obama, il Questore di Milano, Marcello Cardona  ha predisposto un dispositivo di vigilanza e di ordine e sicurezza che ricalca il protocollo classico previsto per le visite delle Alte Personalità.
Nella giornata del 8 maggio l’ex Presidente, atterrato all’aeroporto di militare di Linate alle 12,30 circa, in città ha visitato la Biblioteca Ambrosiana ed il Duomo e, dopo la sosta in hotel, dove è stato accolto dal Questore e dove ha incontrato il Segretario del PD Matteo Renzi,  in serata ha partecipato a una riunione conviviale privata a Palazzo Clerici. martedì 9 maggio, dopo  la visita al Cenacolo Vinciano nella Basilica di Santa Maria delle Grazie, ha ricevuto  la visita del Prefetto Lamorgese e del Questore Cardona e dei Comandanti Provinciali dei Carabinieri, La Gala, e della Guardia di Finanza, Calenda. Successivamente  si è recato presso il Polo Fieristico di Rho-Pero per il noto convegno per poi ripartire da Linate alle ore 17:10.
“Il servizio di sicurezza è stato modulato, nell’arco delle 24 ore – ha precisato la Questura di Milano –, in modo da garantire un alto livello di protezione alla personalità senza compromettere  le esigenze quotidiane dei milanesi e dei tanti turisti che ogni giorno frequentano la città”.
“Tutti gli spostamenti – ha aggiunto la Questura – sono stati caratterizzati da controlli preventivi di ricognizione e vigilanza sui percorsi stradali e nei luoghi nevralgici del capoluogo, con particolar attenzione rivolta alle zone ed agli obiettivi di specifico interesse, su cui sono stati impiegati personale specializzato, unità cinofile, artificieri e tiratori scelti”.
Tutti gli spostamenti della personalità sono stati attentamente seguiti dagli uomini della Questura in divisa e in abiti civili, mentre la Polizia Stradale ha garantito la fluidità del corteo, con la collaborazione dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia locale.
“Tutte le fasi – ha concluso la Questura –, sono state coordinate dalla centrale operativa della Questura, che si è avvalsa anche dei sofisticati sistemi di video sorveglianza e delle tecnologie all’avanguardia della Polizia Scientifica, nonché dell’impiego dell’elicottero del Reparto volo. In conclusione, non sono state evidenziate criticità”.
(foto: wikipedia.org)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here