Spaccio droga Varese, di notte nascondeva lo stupefacente e di giorno dava le indicazioni per trovarlo

Tre gli arresti eseguiti dalla Polizia di Stato; l’operazione è stata ribattezzata “Pollicino”

droga Polizia MonzaL’operazione è stata ribattezzata Pollicino: eseguita dai poliziotti della questura di Varese, ha portato all’arresto di tre soggetti
Secondo quanto ricostruito, l’indagine era iniziata nel 2016,  a seguito della segnalazione di un cittadino insospettito dalla presenza di un uomo notato sovente aggirarsi vicino ad alcune siepi cittadine.
Durante le verifiche successive, gli agenti hanno trovato 150 grammi di marijuana nascosta tra i cespugli e, attraverso l’uso di telecamere, la Polizia ne ha individuato il responsabile dell’occultamento, identificandolo in un uomo albanese.
Dalle indagini condotte, è emerso che l’uomo aveva una clientela, e spacciava droga anche ad altri pusher; come nella favola di Pollicino, il malvivente, di notte, nascondeva la droga in differenti punti della città. Poi, di giorno, faceva avvicinare tutti i comparatori agli obiettivi predisposti.
Su richiesta del pm Annalisa Palomba, il gip di Varese ha firmato un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’uomo albanese e di due cittadini italiani, implicati nella rete di spaccio: un uomo di 46 anni e un altro di 57.
Nella vicenda sarebbe coinvolto un quarto uomo, anch’egli albanese, destinatario di un provvedimento restrittivo e che al momento è ricercato.
Durante l’operazione, gli agenti hanno perquisito le abitazioni di presunti fiancheggiatori, e sono stati sequestrati sei chili di marijuana, 5.000 euro in contanti e titoli di credito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here