Sicurezza concerto Scala piazza Duomo Milano e Ippodromo di San Siro, foto

I servizi, disposti dalla Questura, sono stati svolti Polizia di Stato, UPG, artificieri, cinofili, tiratori scelti, Scientifica, Squadra Mobile, Digos, in sinergia con Arma dei Carabinieri, Polizia penitenziaria, Gdf, Polizia Locale, con presenza di 118, Vigili del fuoco e Protezione civile

duomo-controlli-poliziaNella sera di domenica 11 giugno 2017, a Milano si sono svolti  in Piazza Duomo il concerto dell’Orchestra Filarmonica della Scala, e all’Ippodromo di San Siro il concerto di Daddy Yankee; il piano della sicurezza ha funzionato.
I due dispositivi del Questore di Milano, Marcello Cardona, in conformità con le direttive di security e safety del Dipartimento della Polizia di Stato, a salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica e per il regolare svolgimento delle pubbliche manifestazioni, e con le determinazioni assunte dal Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica riunitosi in Prefettura l’8 giugno scorso, hanno previsto un monitoraggio ad ampio raggio di controllo di afflusso e di deflusso del pubblico a salvaguardia dell’incolumità di tutti i presenti.  I servizi sono stati svolti preventivamente, con sopralluoghi, ispezioni e bonifiche, e nel corso e per la conclusione  dell’evento con il contributo degli organizzatori, a integrazione delle misure pianificate dalla Questura, nell’ottica delle verifiche congiunte e della gestione partecipata della sicurezza.
“Si è provveduto ad allestire un transennamento che ha consentito l’afflusso del pubblico attraverso varchi di accesso che sono stati presidiati anche nella fase di deflusso – ha spiegato la Questura di Milano –, con un’attività di filtraggio dall’area esterna all’area riservata, fino all’accesso all’area di massima sicurezza, con l’utilizzo di metaldetector al fine di evitare l’introduzione  di oggetti pericolosi o atti ad offendere. Le apposite corsie dei varchi riservate al deflusso – ha aggiunto la Questura –, sono restate libere per eventuali interventi di emergenza, mentre per i disabili è stata predisposta una zona debitamente allestita”.
I servizi, disposti dalla Questura, sono stati svolti dagli operatori della Polizia di Stato,  con l’UPG, i Reparti specializzati  con artificieri, cinofili e Tiratori scelti, e con la Scientifica, la Squadra Mobile e la Digos, in sinergia con l’Arma dei Carabinieri, la Polizia penitenziaria, la Guardia di Finanza, la Polizia Locale e con la presenza di un adeguato presidio di assistenza sanitaria a cura del 118, in collaborazione con un’associazione di soccorso, e di presidi dei Vigili del fuoco e della Protezione civile. Gli Enti coinvolti sono stati interessati al fine di  adottare e assicurare tutti gli opportuni provvedimenti, ognuno per quanto di specifica competenza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here