Sfruttamento prostituzione Milano, malviventi assoldavano romene in zona Fiera vecchia

Erano ricercati per detenzione di droga ai fini di spaccio, associazione a delinquere e sfruttamento della prostituzione

ArrestoLa Polizia di Stato ha arrestato a Milano due cittadini albanesi, un 34enne e un 45enne, ricercati per una condanna da scontare rispettivamente a 4 anni ed un mese il primo, e 3 anni e 8 mesi il secondo, per detenzione di droga ai fini di spaccio, associazione a delinquere e sfruttamento della prostituzione.
“Le indagini condotte dai poliziotti del Commissariato Porta Genova hanno evidenziato la presenza sul territorio cittadino dei due ricercati – ha spiegato la Questura –, che continuavano la loro attività di reclutamento di ragazze dalla Romania per farle poi prostituire in città in zona Fiera vecchia”.
Il controllo del territorio, i pedinamenti delle ragazze vittime della tratta e l’attività investigativa svolta nei pressi degli appartamenti in cui si svolgeva la prostituzione, ha portato gli agenti del Commissariato Porta Genova ad arrestare a fine aprile 2017 il 34enne, che si nascondeva in un appartamento in via Masaccio, nel momento in cui stava per uscire per portare a spasso il cane.
Ai primi di giugno 2017, invece, è stato il turno del 45enne, arrestato nei pressi di piazzale Buonarroti dopo che lo stesso, avuto un breve colloquio con una prostituta, aveva percepito la presenza dei poliziotti e aveva tentato senza successo una breve fuga a piedi.

1 COMMENTO

  1. A prescindere dai riti woodoo, in ambito di prostituzione tra soggetti maggiorenni, mi domando il motivo per il quale a cadere vittime della tratta di persone a sfondo sessuale debbano essere sempre le donne straniere, mentre quelle italiane ne debbano essere quasi esenti, sia in Italia, sia all’estero ed il motivo per il quale i marciapiedi del sesso a pagamento si svuotano durante le vacanze natalizie e pasquali, per non dire di osservare le stesse professioniste con uno smartphone in mano ed anche un’autovettura a disposizione. La risposta a tutto questo è quella che la schiavitù del sesso a pagamento non è molto diffusa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here