Polizia di Stato aderisce al protocollo d’intesa “Bruciare i Tempi”

Fattiva collaborazione tra Procura dei Minori, Servizi Sociali territoriali e Polizia Giudiziaria finalizzata a costruire nuove modalità operative nella definizione dei procedimenti penali minorili

poliziaMartedì 27 giugno 2017,  presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni  di Milano, il Procuratore Ciro Cascone, il Questore di Milano Marcello Cardona, accompagnato dal Dirigente del Commissariato di Monza Angelo Re e dal Dirigente della Divisione Anticrimine Alessandra Simone,  il Questore di Lodi Giovanni di Teodoro ed il Presidente dell’Azienda Speciale Consortile ‘Offerta Sociale’ Claudio Besana hanno sottoscritto il Protocollo d’intesa denominato ‘Bruciare i tempi’.
Le modalità operative del documento prevedono la fattiva collaborazione tra Procura dei Minori, Servizi Sociali territoriali  e Polizia Giudiziaria finalizzata a costruire nuove modalità operative nella definizione dei procedimenti penali minorili.
Il protocollo prevede un tempestivo ed agile intervento dei Servizi Sociali immediatamente dopo la commissione del reato, in modo da consentire di valutare in tempi brevi eventuali risorse e spazi d’azione nei confronti del minore autore del reato e della vittima.
Da oggi ha inizio la seconda fase di sperimentazione del progetto, che ha avuto una prima fase di test dal 1 marzo 2015, con l’adesione del Comando provinciale di Milano e il Comando  del Gruppo di Monza dell’Arma dei Carabinieri, in cui verranno attivati incontri di formazione in merito alle procedure e sul tema della conciliazione reo-vittima.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here