Attacchi informatici, accordo Polizia di Stato e Regione Lombardia per prevenirli insieme

Il Protocollo attua le strategie di prevenzione della Polizia di Stato condotte a livello nazionale dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni

poliziaPresso la Prefettura di Milano è stato firmato il Protocollo di collaborazione, stipulato tra il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni della Lombardia e la Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia, per la prevenzione degli attacchi informatici in danno delle strutture sanitarie e dei dati sensibili dei cittadini.
Il Protocollo, proposto su iniziativa del Compartimento, attua le strategie di prevenzione della Polizia di Stato condotte a livello nazionale dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, per promuovere contromisure e una maggiore consapevolezza dei potenziali rischi connessi alle minacce e alle vulnerabilità che affliggono i servizi pubblici essenziali resi mediante sistemi informatici e telematici.
Con l’obiettivo di implementare una costante attenzione al tema della sicurezza organizzativa e informatica già assicurata dalla Regione Lombardia, il Protocollo si applica in prima istanza a tutti gli Enti Sanitari pubblici (8 Agenzie di Tutela della Salute, 27 Aziende Socio Sanitarie Territoriali e 5  IRCSS) e successivamente alle 250 strutture sanitarie private, ai 7.500 medici di base/pediatri e alle 2800 farmacie che operano nel territorio regionale.
Il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni svolge già da tempo una rilevante attività di prevenzione e repressione dei crimini informatici, di matrice comune, organizzata o terroristica, che hanno per obiettivo le infrastrutture informatizzate di natura critica e di rilevanza nazionale, avvalendosi di tecnologie di elevato livello e personale altamente qualificato, specializzato nel contrasto del cyber crime, mettendo a disposizione la concreta esperienza, maturata anche nei settori del c.d. cyber terrorismo e dello spionaggio industriale, a tutela di infrastrutture critiche, enti, aziende, piccole e medie imprese, che gestiscono dati ritenuti sensibili, al fine di prevenire sottrazione di tali dati a seguito di attacchi informatici.

Leggi anche:
Attacco hacker Unicredit Italia, violati 400mila conti. Numero verde per info
Attacco hacker virus WannaCry, cosa sono i bitcoin e come funzionano
Truffe online, elenco trappole più diffuse

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here