Arresto latitante pluripregiudicato Milano, era ricercato in Spagna e in Italia

L’uomo era noto in Italia con generalità diverse da quelle vere; era ritenuto responsabile di diversi reati, alcuni condotti con particolare violenza

Polizia_Di_StatoVenerdì 22 settembre 2017, a Milano, la Polizia di stato ha arrestato, in esecuzione di un Mandato d’Arresto Europeo emesso dalla Spagna nel mese di maggio 2017, un pluripregiudicato cileno di 42 anni,  latitante anche in Italia con differenti generalità. Nel nostro Paese, l’uomo era stato colpito da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Milano, dovendo scontare una pena di un anno e tre mesi di reclusione per reati contro il patrimonio.
La cattura del latitante era di primaria importanza al punto tale che le autorità spagnole hanno attivato la ricerca, oltre che per il consueto canale della Divisione Sirene del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, anche tramite il canale Enfast (European Network Fugitive Active Search Team), la rete europea volta a rafforzare la cooperazione di Polizia per la ricerca di quei latitanti il cui arresto viene ritenuto di primaria importanza dallo Stato emittente.
L’arresto eseguito in zona Lambrate dagli agenti della Squadra Mobile di Milano riguarda un soggetto ritenuto essere a capo di un gruppo criminale che, tra la metà degli anni ‘90 ed il 2005, si è reso responsabile in Spagna di diverse rapine in abitazione, tutte commesse con modalità violentissime. In un’occasione, nel mese di gennaio del 2005, nei pressi di Madrid, nel corso di una rapina in villa, i malviventi non avevano esitato a minacciare con un machete una bambina e, dopo aver sequestrato l’intera famiglia, comprese le donne di servizio, avevano asportato denaro e gioielli per un valore di alcune decine di migliaia di euro.
L’uomo e i suoi complici sono inoltre sospettati dell’omicidio avvenuto nel 1996 di un agente della polizia spagnola, travolto dall’auto dei malviventi in fuga dopo una rapina. Per tutti i reati commessi, il soggetto era stato condannato a 18 anni di carcere e le sue ricerche, oltre che in Spagna, erano state estese anche in campo europeo.
In Italia l’uomo, con altre generalità, era stato arrestato nel 2016 a Milano, in quanto ritenuto responsabile di un furto in un magazzino che conteneva centinaia di capi d’abbigliamento firmati. Posto agli arresti domiciliari, lo stesso si era immediatamente allontanato dall’abitazione, facendo perdere le sue tracce.
(foto: di Archivio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here