Arresto presunti rapinatori gioielleria corso Vercelli Milano, presi durante colpo in ufficio postale

Lo scorso aprile la rapina a danno di una prestigiosa gioielleria del centro, poi il colpo alla posta di via San Gimignano: tre gli uomini arrestati dalla Polizia di Stato

In data 2 ottobre 2017, la Polizia di Stato ha eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare, su richiesta del PM Marcello Musso, a carico di tre italiani di 34, 24 e 22 anni: secondo gli Inquirenti, i tre si sono resi responsabili di rapina pluriaggravata compiuta in data 4 aprile 2017, ai danni dell’orologeria Verga di Milano, in corso Vercelli.
LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI – Secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Stato, alle ore 11:25 del 4 aprile 2017 tre individui, di cui due coperti in volto con caschi da motociclista e uno con parrucca e maschera in lattice, sono entrati all’interno dell’orologeria. Gli stessi, dopo avere minacciato i presenti con una pistola e con una mazzetta, hanno infranto due teche e una vetrina, e si sono appropriati di diversi orologi ivi custoditi per poi rubarne altri anche da una cassaforte. I rapinatori sono poi fuggiti sul retro dello stabile, allontanandosi a bordo di due scooter.
LE INDAGINI – I poliziotti della Squadra Mobile di Milano hanno analizzato le immagini delle telecamere delle vie cittadine; da qui è emerso che gli autori del reato sono giunti in luogo a bordo di due scooter e che, gli stessi mezzi, sono stati usati anche per la fuga, e successivamente individuati in Largo Cavalieri di Malta.
– L’attività investigativa ha permesso di individuare, quale autore della rapina, il 24enne.
– Dall’analisi dei tabulati delle utenze riconducibili allo stesso, è stato accertato che una di queste, nei giorni precedenti la rapina del 4 aprile 2017, è stata in contatto con ulteriori utenze, in uso al 22enne e al 34enne, risultate presenti in questo capoluogo sino alla consumazione della rapina, per poi essere localizzate, in serata, a Napoli.
– L’attività tecnica d’intercettazione e quella di osservazione sul territorio operate dai poliziotti hanno consentito di stabilire e monitorare i contatti tra i tre, consentendo così di riscontrare il ritorno a Milano di del 22enne e del 34enne, documentare gli incontri con il 24enne e appurare i costanti controlli sugli scooter utilizzati per la rapina, a dimostrazione dell’esistenza di un nuovo progetto criminoso.
LA NUOVA RAPINA – “La descritta attività investigativa ha consentito – ha spiegato la Questura –, il giorno della consumazione della rapina del 9 giugno 2017 all’Ufficio Postale di via San Gimignano n.10, di intervenire tempestivamente, sottoponendo i tre soggetti a fermo di indiziato di delitto per il reato di rapina pluriaggravata”.
– Le perquisizioni seguite all’arresto hanno permesso di rinvenire e sequestrare indumenti e scarpe compatibili con quelli indossati da uno dei rapinatori dell’orologeria Verga.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here