Corriere della droga arrestato stazione Centrale Milano, ovuli nelle mutande e nella pancia

Aveva 37 ovuli dentro un calzino riposto negli slip, e altri 60 nell’apparato gastrointestinale. Portato in ospedale, poi è andato in carcere

Domenica 20 ottobre 2017, il personale della Polizia Ferroviaria in servizio alla Stazione di Milano Centrale ha tratto in arresto un cittadino maliano di 23 anni, regolare sul territorio nazionale, che aveva ingerito ovuli contenenti sostanze stupefacenti.
L’uomo, giunto alla stazione a bordo di un treno proveniente dalla Francia, è stato notato dalle pattuglie Polfer che svolgevano servizio in quella zona mentre cercava di eludere i controlli.
Infatti, dopo aver percepito che il viaggiatore cercava di sottrarsi alla loro vista, i poliziotti decidevano di fermarlo e di condurlo presso gli uffici del Settore Operativo per effettuare accertamenti di routine sui suoi documenti.
Nonostante fosse in possesso di regolare permesso di soggiorno gli agenti, insospettiti per l’atteggiamento assunto,  gli agenti hanno proceduto a un controllo più accurato rinvenendo, occultati all’interno di un calzino riposto negli slip, 37 ovuli contenenti sostanza stupefacente.
Gli agenti decidevano, pertanto, di accompagnarlo presso l’ospedale Niguarda dove, sottoposto ad analisi radiologica, sono stati evidenziati nell’apparato gastrointestinale numerosi involucri a forma ovoidale che, recuperati, ammontano a 60 involucri per un peso complessivo di 1,1 chilogrammi di sostanza stupefacente, presumibilmente del tipo cocaina.
Dopo il ricovero, per lo straniero è stato confermato l’arresto e successivamente è stato trasferito al carcere di San Vittore.
(foto: di Archivio)

Leggi anche:
Droga con corrieri ovulatori Malpensa, fenomeno sempre più grave
Sequestro droga Malpensa, arrestati ovulatori. Analisi fenomeno e tecniche dei narcotrafficanti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here