Intitolata al maresciallo capo Nino Noia la caserma della compagnia della Gdf di Seregno

Nella notte tra il 25 ed il 26 aprile 1945, i finanzieri e i partigiani fermarono un’autocolonna tedesca che, forte di oltre 200 uomini, ripiegava da Milano

Nella mattinata del 7 novembre, alla presenza del Comandante Interregionale dell’Italia Nord Occidentale, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Vicanolo, si è svolta la cerimonia di intitolazione della caserma sede della Compagnia della Guardia di Finanza di Seregno al “Maresciallo Capo Nino Noia, medaglia di bronzo al Valore della Guardia di Finanza”, Comandante dell’allora Brigata di Seregno dal 1941 al 1946, il quale diresse i propri finanzieri ed i partigiani locali durante l’insurrezione della città di Seregno nei giorni della liberazione di Milano dai Nazifascisti, il 25 Aprile del 1945.
In particolare, gli scritti dell’epoca raccontano che nella notte tra il 25 ed il 26 Aprile del 1945 i finanzieri e i partigiani fermarono un’autocolonna tedesca che, forte di oltre 200 uomini, ripiegava da Milano, minacciando di attaccare la città brianzola. Per tale valoroso comportamento, nel 2007 il Presidente della Repubblica ha concesso al Maresciallo Noia la medaglia di bronzo al Valore della Guardia di Finanza.
Alla cerimonia hanno partecipato le principali Autorità civili, militari e religiose cittadine e provinciali, tra cui il Prefetto di Monza e Brianza, Dr.ssa Giovanna VILASI, il Commissario Prefettizio del Comune di Seregno, Dr. Antonio Cananà, il Procuratore Capo della Repubblica di Monza, Dr.ssa Luisa Zanetti e il Prevosto cittadino, don Bruno Molinari. Per la Guardia di Finanza, oltre al Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Vicanolo, sono intervenuti il Comandante Regionale Lombardia, Generale di Divisione Piero Burla, il Comandante Provinciale di Milano, Generale di Brigata Paolo Kalenda, il Comandante del Gruppo di Monza, Colonnello Massimo Gallo e una rappresentanza dell’A.N.F.I. (Associazione Nazionale dei Finanzieri d’Italia in congedo).
Sia il Commissario Prefettizio che il Comandante Interregionale, nei rispettivi discorsi, dopo aver richiamato l’alto valore simbolico delle gesta del Maresciallo Noia, hanno sottolineato come la Compagnia della Guardia di Finanza rappresenti per la città di Seregno un fondamentale presidio di legalità, ricordando, in particolare, il ruolo centrale assolto dal Corpo nel sistema di contrasto alle moderne forme di illegalità, a tutela dei cittadini e dell’economia sana. Dopo l’intervento del Signor Marco Noia, nipote del Maresciallo Nino Noia, presente con la propria famiglia, che ha ricordato la figura del nonno, rivolgendo un sentito ringraziamento alla Guardia di Finanza, il Generale Vicanolo e la madrina della cerimonia, Sig.ra Angelika Volker (moglie del Sig. Marco Noia), hanno proceduto alla scopertura, nell’atrio di ingresso della caserma, della targa di marmo commemorativa dell’evento bellico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here