Operazione “Barrio Brenta” Polizia Milano, violente rapine e aggressioni delle pandillas. Analisi del fenomeno

La Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia in carcere per due giovani ecuadoriani, ma le indagini proseguono a tutto tondo. Di seguito l’analisi del fenomeno delle pandillas

La Polizia di Stato ha eseguito nei giorni scorsi un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due giovani cittadini ecuadoriani, di 20 anni e 23, indagati per una serie di violente rapine e aggressioni.
L’attività investigativa condotta dai poliziotti del Commissariato Mecenate – che nel 2013 avevano concluso l’operazione “Amor del Rey”, indagando sui Latin King riuscendo a contestare agli affiliati i reati di associazione per delinquere, traffico di droga, tentato omicidio, rapine ed estorsioni – ha permesso di individuare i responsabili di una serie di reati compiuti a Milano dall’estate 2016 ad ottobre 2017 e di disarticolare sul nascere una nuova pandilla, composta da diversi soggetti afferenti al movimento dei Latin King.
Gli episodi contestati sono 7 e vanno dall’aggressione nei pressi della MM3 Porto di Mare, dopo la serata trascorsa in un vicino locale, con cinture e bottiglie contro altri ragazzi sudamericani, in passato membri della pandilla NETA, all’aggressione con taglierino nei confronti di una giovane mamma italiana spintonata e minacciata per rapinarla; dalla frattura della mandibola ad un giovane ecuadoriano da loro ritenuto colpevole di un apprezzamento alla ragazza sbagliata, al pestaggio di un 40enne peruviano incontrato per caso all’esterno di un locale e ritenuto vittima ideale: incuranti del fatto che fosse in compagnia di un’amica, lo hanno colpito al volto con diversi pugni, lasciandolo a terra privo di conoscenza e derubato subito dopo. Altri episodi di violenza hanno avuto come vittime una ragazza italiana derubata del cellulare, una giovane ecuadoriana derubata del tablet e un minorenne filippino cui, con minacce, hanno portato via cellulare e soldi mentre il ragazzo si era recato presso un parco a giocare a basket.
Per l’aggressione alla MM3 Porto di Mare risultano indagati in stato di libertà altri 7 giovani sudamericani, mentre proseguono le indagini degli agenti del Commissariato Mecenate per identificare altri soggetti ritenuti corresponsabili degli episodi accertati e per valutare la responsabilità degli altri arrestati circa altri gravi episodi violenza, come ad esempio l’efferata rapina compiuta lo scorso 3 novembre ai danni di un minorenne sudamericano, aggredito con violenza e derubato persino degli indumenti.
(foto: di Archivio)
APPROFONDIMENTO: Per l’analisi del fenomeno, Leggi Pandillas latinoamericane a Milano. Origini, codici e mappa delle gang cittadine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here