Controlli polizia Milano per feste Pasqua, il piano di prevenzione

Particolare attenzione verrà posta alle vie dello shopping in centro e dove è prevista la frequentazione di un elevato numero di persone

In occasione delle imminenti festività pasquali, il Questore di Milano Marcello Cardona ha consolidato il piano di sicurezza sul territorio, con una presenza incisiva ma discreta di operatori della Polizia di Stato e con il supporto di unità esterne, per consentire ai cittadini ed ai turisti di poter fruire pienamente della città nelle giornate di festa.
L’attività di vigilanza, prevenzione e controllo riguarderà soprattutto le aree con obiettivi istituzionali e quelle interessate da iniziative culturali o da funzioni religiose, le piazze storiche, chiese e luoghi di culto, monumenti e musei, centri commerciali e supermercati anche mediante minuziose verifiche sulle linee di trasporto urbano e intensificando i servizi antirapina e antiscippo.
Particolare attenzione verrà posta alle vie dello shopping in centro e dove è prevista la frequentazione di un elevato numero di persone nelle zone di competenza dei Commissariati Centro Garibaldi Venezia, Città Studi, Sempione, Porta Genova e Porta Ticinese, quali, ad esempio, Corso Buenos Aires, Corso Garibaldi, Corso Como, piazza Gae Aulenti, piazza Duomo, Corso Vittorio Emanuele, le vie del Quadrilatero della moda, piazza San Babila, Corso Vercelli e la zona Darsena.
Oltre ai servizi disposti in città, analoghi controlli sono in atto nella provincia, nelle aree di interesse dei Commissariati: Rho-Pero, Legnano, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni e Monza, anch’essi nell’ambito del “Protocollo Penelope” con il quale la Questura  intende coordinare l’attività di prevenzione e controllo di Polizia tra l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ed i Commissariati della Questura con servizi mirati di zona in zona in base alle specifiche esigenze del territorio.
Il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura con le Volanti, il personale della Sezione motociclisti e della Sezione Polbike, le pattuglie a Cavallo, gli equipaggi della Polmetro, le unità cinofile e quelle operative U.O.P.I. e A.P.I. intensificherà i controlli in potenziamento all’ordinaria attività di prevenzione e controllo del territorio, unitamente alle volanti dei Commissariati e dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia per un totale di circa 700 pattuglie.
Personale in abiti civili della Squadra Mobile, della Digos e della Polizia Scientifica vigilerà sulle zone dove è presente una maggiore affluenza di turisti e di fedeli. Ad essi si uniranno personale dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia locale, le cui centrali operative lavoreranno come sempre in stretto collegamento con l’U.P.G.S.P., ed i militari dell’Esercito Italiano già presenti nelle vie cittadine.
I Dirigenti del Compartimento Polizia Ferroviaria, l’Ufficio di Polizia di Frontiera Aerea di Milano Linate e il Compartimento Polizia Stradale rafforzeranno la vigilanza negli ambiti di specifica competenza.
Fermo restando quanto già previsto riguardo l’ “Area omogenea pedonale Duomo/Mercanti/Dante” in vigore dal 23 dicembre scorso,  al fine di agevolare l’ingresso al Duomo di Milano che sarà interessato dalla celebrazione di molteplici eventi liturgici con il coinvolgimento di numerosi fedeli e turisti, d’intesa con le autorità religiose, dalle ore 08:00 del 28 marzo e fino alle ore 20:00 del 2 aprile p.v., è stato potenziato il dispositivo di vigilanza agli accessi, con ulteriori militari del Raggruppamento Tattico Lombardia dell’ Esercito, operatori della Polizia di Stato e militari dell’Arma dei Carabinieri, muniti di GAP e metal detector. Per evitare che si determinino disagi e per velocizzare le code sul sagrato, in considerazione del potenziamento dei controlli, è stato infine previsto il raddoppiamento delle corsie di accesso per i fedeli ed i visitatori.
Si incrementeranno le attività di prevenzione a carattere generale e di controllo del territorio con l’intensificazione dell’attività di vigilanza a tutti gli obiettivi ritenuti sensibili e con l’accurato e costante controllo di alberghi ed esercizi ricettivi. Infine, saranno attuati controlli di Polizia Amministrativa con l’obiettivo di contrastare eventuali abusi in danno di turisti, in particolare se di nazionalità straniera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here