Stranieri arrestati Milano per mandato di cattura europei, bloccati 2 soggetti

Due arresti: un soggetto doveva espiare una pena di 25 anni di reclusione, il secondo era accusato per truffa contro il Governo, corruzione e riciclaggio

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Milano, a seguito della segnalazione telematica “Alert Alloggiati” arrivata in centrale operativa della Questura, hanno bloccato un cittadino peruviano 30enne e un cittadino francese 76enne colti da mandati di cattura europei ai fini dell’estradizione.
“Alert Alloggiati” è un software che, nato con il compito di agevolare i titolari di hotel ed altre strutture ricettive nella comunicazione alla Questura delle vecchie famose “schedine”, aiuta la Polizia a rintracciare persone ricercate per vari motivi. Con l’immediata comunicazione telematica, infatti, alla Centrale Operativa viene segnalata la presenza dell’ospite che, qualora fosse ricercato, fa scattare immediatamente un “alert”, per cui si invia una Volante presso la struttura per la verifica. Come nel caso del 30enne peruviano arrestato dai poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico in via Giovanni Ricordi, in quanto destinatario di un mandato di cattura europeo per il reato di spaccio internazionale di sostanze stupefacenti, per il quale deve espiare una pena di 25 anni di reclusione, e di un cittadino francese, bloccato in un albergo di via Giuseppe Mazzini, ricercato in campo internazionale in quanto destinatario di un mandato di cattura ai fini estradizionali per reati di truffa contro il Governo, corruzione e riciclaggio di denaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here