Proteste contro aumento biglietto ATM Milano, continua la raccolta firme

Fratelli d'Italia nelle piazze da 20 giorni: “Verso quota 1000 firme per dire no al rincaro”

“Da 20 giorni, ormai, Fratelli d’Italia è impegnata nei mercati e nelle piazze di Milano per dire NO al rincaro del biglietto Atm a 2 euro. Altri, invece, pare abbiano dormito sonni tranquilli e si svegliano soltanto adesso”.
Anche nella mattina di sabato 20 ottobre 2018, da via Benedetto Marcello, sono arrivate altre 210 firme per dire NO al rincaro che porterà il biglietto ATM al costo di 2,00 euro “Il che porta il totale delle firme raccolte a quasi 1000”.
“I milanesi chiedono più sicurezza sulle metropolitane e sui bus, non biglietti a 2 euro – ha commentato Riccardo De Corato, Assessore Regionale a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale. – Vorremmo anche sapere quanti sono gli immigrati fermati senza biglietto e quanti di loro, alla fine, hanno pagato la multa”.
“Sala ha affermato – aggiunge De Corato – che l’aumento del prezzo ‘servirà a migliorare la qualità del servizio offerto’, ma quanto succede da anni sui bus e in metropolitana rivela che in realtà la sicurezza è una chimera. Chiunque faccia un giro sui mezzi, del resto, non può non vedere come immigrati e nomadi non timbrano. Quanti soldi perde Atm per i portoghesi?”
“Sala – conclude De Corato – cominci a recuperare dall’evasione i fondi necessari, senza pensare agli aumenti. La battaglia di Fratelli d’Italia a Milano continuerà anche nelle prossime settimane”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here