Controlli saldi Milano, i cittadini possono segnalare alla Polizia i casi di vendita irregolare

Dal 6 gennaio 2011 gli agenti della sezione Annonaria di Milano hanno già eseguito  820 controlli sui negozi cittadini, al fine di riscontrare lo svolgimento regolare delle vendite durante il periodo dei saldi.

 

 

 

 

 

 

In base a quanto riscontrato, sono stati  multati 11 esercenti, nel dettaglio:

  • 4 per falsi ribassi;
  • 3 perché indicavano solo la percentuale degli sconti;
  • 2 per mancata indicazione delle percentuali di sconto;
  • 1 per mancata esposizione dei prezzi;
  • 1 per vendita senza autorizzazione.
  • Tutte le sanzioni sono state di 1.000 euro, tranne una, da 6.000 euro, per vendita non autorizzata.

 

«Che il numero delle sanzioni dei vigili non sia elevato dimostra che a Milano i saldi sono tutt’altro che fittizi – ha commentato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato. – Un risultato positivo che è l’effetto dei controlli della Polizia Locale, che ha preventivamente scattato 1.243 foto (nel 2008 ne erano state 800) ai prezzi dei prodotti esposti in vetrina, per rilevare in modo incontrovertibile le eventuali violazioni.

 

“Nel periodo pre-saldi – ha aggiunto De Corato – gli agenti hanno effettuato 213 controlli contro casi di falsi ribassi e concorrenza sleale, elevando multe per circa mille euro a 53 esercenti sorpresi a praticare sconti ‘sotto banco’.

«I controlli – ha concluso il vicesindaco – proseguiranno anche nei prossimi giorni sia nelle vie centrali cittadine che in quelle più periferiche. L’obiettivo è la tutela sia del consumatore contro i falsi ribassi, come capitato in questi giorni, sia degli stessi commercianti, contro episodi di concorrenza sleale. I vigili si muoveranno anche su segnalazione della centrale operativa che registra i reclami dei cittadini pure in quest’ambito».

 

Leggi anche:

Inizio saldi invernali Milano 6 gennaio 2011

Saldi a Milano, i trucchi per non sforare il budget ed essere soddisfatte

Saldi e shopping, ecco i capi base per essere in-style in ogni occasione

Una borsa è molto più di un semplice accessorio

Straziami, ma di scarpe saziami

Il reggiseno: dal primo modello alla classifica degli esemplari più strani del mondo

L’uomo che ogni donna detesta: il tamarro che si crede l’ottava meraviglia del mondo

Prada: dal 1913 al 2010, dalla boutique in Corso Vittorio Emanuele II al nuovo store in Corea

Voglio vestirmi classica, non da vecchia!

Via Torino, fa shopping con 26.000 euro falsi

Derubata dentro Zara corso Vittorio Emanuele, un’imprenditrice aveva 37 mila euro dalla borsetta

Shopping da Gucci con 7 carte di credito clonate, arrestato cittadino malese


C.A.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here