Morto influenza Milano, un decesso al Policlinico

E’ accaduto all’ospedale Policlinico di Milano.

 

Qui si trovava ricoverato un uomo di 48 anni, di origine egiziana, affetto da serie patologie pregresse, fra le quali una grave forma di insufficienza renale.


La causa del decesso non è ancora stata ufficialmente imputata al virus dell’influenza A/H1N1, che verrà confermato solo dopo aver ricevuti i risultati delle analisi attualmente in corso.

 

Casi sospetti si sono registrati in questi giorni anche all’ospedale San Raffaele, dove i pazienti in gravi condizioni sono 2: una ragazza indiana di 25 anni, residente a Novara, e un uomo di 58 anni.

 

Nonostante quanto accaduto, il direttore generale della Asl Città di Milano, Walter Locatelli, ha tranquillizzato i milanesi spiegando: “Ci sono casi gravi, come ci sono sempre nelle influenze: stiamo entrando nella fase acuta dell’epidemia, che presumibilmente vedrà il suo apice alla fine del mese corrente e a inizio febbraio. Abbiamo, come in altre parti d’Italia, alcuni casi seri di persone che necessitano di cure importanti. Comunque, sussistendo ancora la possibilità di vaccinarsi, almeno le categorie più a rischio (giovani e adulti con patologie croniche) è importante che provvedano con sollecitudine a praticare la vaccinazione antinfluenzale nei tanti ambulatori che sul territorio cittadino erogano questa prestazione”.

 

Locatelli ha firmato proprio ieri un accordo con il Comune di Milano per attivare una task force di esperti che tengano monitorata l’ondata di influenza.

 

Leggi anche:

Picco influenza Italia tra 20 giorni, a Milano accordo Comune-Asl per monitorare la situazione


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here