11mila detenuti fuggiti dalla Tunisia, De Corato lancia allerta per Milano

“Nel 2007, dopo l’ingresso della Romania nella Ue, secondo il ministro della Giustizia romeno si sono rifugiati Italia il 40% dei latitanti provenienti da quel paese Un’emergenza che Milano ha dovuto affrontare con le proprie forze” ha detto il vicesindaco e Assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato.

 

“I dati diffusi ieri dal ministro della Giustizia tunisino – ha proseguito De Corato – secondo il quale 11mila detenuti sarebbero fuggiti dalle carceri, mentre 2.460 sarebbero stati rilasciati in seguito alla rivolta avvenuta in quel Paese, suonano come campanello d’allarme per Milano, visto che secondo l’Ismu circa un terzo dei 50mila clandestini presenti in città arriva dall’Africa (15 mila era la stima nel 2008). E la situazione esplosiva del Mediterraneo fa presagire un nuovo boom di flussi”.

 

“Non va dimenticato – sottolinea De Corato – che era tunisino e clandestino l’autore del primo tentato stupro a Milano del 2011, uno spacciatore arrestato dai Carabinieri per aver tentato di violentare un’italiana di 42 anni.

 

“E non va dimenticato – continua il vicesindaco – che la nuova direttiva Ue, entrata in vigore a Natale, considera l’arresto dei clandestini, la detenzione o il trattenimento nei Cie solo come extrema ratio, mentre una recente sentenza della Consulta ritiene non punibili gli irregolari indigenti inottemperanti a decreti di espulsione. Queste sono due decisioni che ostacolano fortemente i rimpatri. E con strumenti spuntati rischiamo di essere sopraffatti dall’ondata di irregolari”.

 

Leggi anche:

Università Cattolica, polemiche al congresso sull’immigrazione presieduto oggi dal Sindaco Letizia Moratti

Evasione 4 immigrati Cie Via Corelli, si erano rivoltati in 11

Tentativo di fuga e rivolta cie via Corelli, sono arrivati anche alcuni attivisti dei centri sociali

Protesta Cie via Corelli, materasso bruciato e 2 extracomunitari in ospedale in codice verde

Rivolta Cie via Corelli evaso extracomunitario algerino

Rivolta Cie via Corelli

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here