Operazione traffico clandestino, smantellata organizzazione curdo-irachena

L’operazione ribattezzata “Caronte”, coordinata dalla Dda di Brescia, ha permesso di procedere nei confronti di 16 stranieri, non solo curdi-iracheni, ma anche lettoni ed egiziani, capaci di curare ogni dettaglio di un ‘trasferimento’ illegale. Nei confronti dei vertici, in tutto sette persone, sono scattate le manette. Tre al momento risultano ricercati.

 

Il gruppo, capeggiato da Airad ‘Hiraz’ Abdalrhman, 40enne clandestino nato in Iraq, aveva il compito di accogliere i clandestini arrivati in Italia con “safe house” a Desenzano del Garda, a Brescia o a Milano.

 

Da qui ripartivano, a bordo di auto o di treni, verso il Nord Europa: Germania, Belgio, Svezia, Danimarca e Francia.

 

I clandestini, spiegano gli Inquirenti, “venivano sottoposti a trattamenti inumani e degradanti“. Ad ottobre, in un controllo al valico del Brennero era stato bloccato un camper che trasportava 16 clandestini iracheni stipati nel bagagliaio. Un viaggio che solo per la tratta europea “costava circa mille euro“.

 

Le manette sono scattate a Milano, dove e’ stato rintracciato il capo dell’organizzazione e altri due stranieri.

 

In un appartamento in via Comune Antico sono stati trovati 11 clandestini di nazionalita’ curdo-irachena accompagnati in Questura per accertamenti.

 

Un quarto componente dell’organizzazione, Dara Galal Hassan, 32enne iracheno, e’ stato catturato a Crotone vicino al centro di accoglienza per rifugiati di Isola di Capo Rizzuto.

 

In precedenza erano finiti nella rete altri quattro stranieri, tre arrestati in Italia e uno in Germania. (Fonte: Adnkronos)

 

Leggi anche:

Milano, sgominata stamattina organizzazione di afgani, pakistani, rumeni e albanesi che trafficavano in esseri umani

Prostitute giovanissime rumene reclutate in orfanotrofi e portate sulle strade italiane

Traffico cani Est Europa, cuccioli neonati maltrattati, imbottiti di farmaci, stipati uno sull’altro e trasportati dalla Slovacchia fino via Padova


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here