Arresti e denunce a Rho, tra ispezioni e posti di blocco

CC (archivio)La Compagnia Carabinieri di Rho non interrompe controlli e posti di blocco sul territorio, e le operazioni si susseguono ogni giorno. Anche in tutta la giornata di ieri, a distanza di appena 48 ore dall’ultimo servizio anticrimine, arresti e denunce sono fioccati. 

 

 

 

 

Ieri nel rhodense sono state arrestate 7 persone e denunciate altre 10:

 

  • Il controllo delle aree frequentate da extracomunitari, ha portato all’arresto di 4 persone, un marocchino, un senegalese, un peruviano ed un pakistano. Tutti tra i 30 ed i 40 anni, sono stati arrestati per non ottemperanza a precedenti ordini di espulsione emessi dai Questori di Milano e Bologna.

 

  • Una rumena di 49 anni ed un ecuadoriano di 21 sono stati tratti in arresto per furti di profumi, cosmetici ed articoli di pelletteria in danno del Centro Commerciale Metropoli di Novate Milanese.

 

  • Un 50enne operaio garbagnatese è stato arrestato su ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Milano: dovrà scontare 2 anni e 6 mesi di reclusione per spaccio di stupefacenti.

 

  • Un 30enne disoccupato e pregiudicato di Bellano, un 25enne agricoltore ed un 21enne nullafacente entrambi di Varese, ed un magazziniere di Luino, sono stati denunciati a piede libero per detenzione illecita di stupefacenti. Controllati nell’area boschiva al confine tra Pogliano Milanese ed Arluno venivano trovati complessivamente in possesso di 15 dosi di cocaina ed eroina, pronte per essere cedute agli assuntori che notoriamente frequentano quella zona.

 

  • Dalla rete dei posti di blocco sono scaturite le altre denunce.

 

Di Redazione
 
Foto per gentile concessione Ambrosiana Pictures