Colpi di ascia contro la porta della ex in zona via Novara, via Albenga

Ascia_archivioNon è il set del remake di Shining, ma la realtà: un uomo disoccupato di 37 anni, Dario G., voleva distruggere a colpi di ascia la porta dell’appartamento della ex moglie. I Carabinieri sono intervenuti appena in tempo per impedire, forse, una vera strage da film horror: la donna, infatti, si trovava nell’abitazione insieme al figlio e alla nonna. 

 

 

Alla base c’è il “mostro verde” chiamato gelosia, quella che fa bollire il sangue e perdere completamente il lume della ragione.

 

Dario G., disoccupato di 37 anni con pregiudizi di Polizia non definitivi per danneggiamento, era da poco in regime di separazione con la moglie, una ragazza italiana di 32 anni, con la quale era sposato da 15 anni.

 

La rottura era avvenuta perché lei avrebbe avuto una relazione extraconiugale e, il marito, l’aveva presa nel peggiore di modi, al punto che dopo essere diventato sempre più violento, aveva recentemente abbandonato il tetto coniugale.

 

Tuttavia, la rabbia non era ancora sbollita; il rancore covava anche a distanza finché, una miccia, l’ha fatto esplodere in tutta la sua follia: pare che un conoscente abbia detto a Dario G. che la ex moglie sarebbe rimasta incinta proprio durante la relazione extraconiugale, e il “mostro verde” ha definitivamente preso il sopravvento sull’uomo, che è completamente impazzito di rabbia e gelosia.

 

Ieri pomeriggio, quindi, Dario G. ha deciso di fare l’unica cosa possibile e, alle 19, si è infilato 3 coltelli in tasca, ha imbracciato una grossa ascia e si è diretto all’appartamento della donna, in via Albenga, completamente fuori controllo.

 

La ex moglie si trovava lì insieme al figlio di 13 anni e alla nonna; l’ex marito, sul pianerottolo, si è messo a gridare “Apri o ti ammazzo!”, e intanto divelgeva la porta a violenti colpi di ascia.

 

La 32enne ha chiamato immediatamente i Carabinieri e gli agenti, subito sul luogo, hanno fermato l’uomo appena in tempo, arrestandolo.

 

La donna ha poi smentito la notizia della gravidanza e, una volta ammettano e trasportato in caserma, l’uomo è scoppiato a piangere.


Di Redazione