Da domani inizia “Occhio alla Moto”, il primo progetto di comunicazione volto a rendere “più visibili” i conducenti di motovicoli

Occhio_alla_motoE’ più che mai attuale il progetto “Occhio alla moto” che prenderà il via domani.

 

 

Il progetto, promosso da Confindustria e Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), è stato presentato stamattina a Palazzo Isimbardi, e si articolerà in una vasta campagna di comunicazione tramite pubblicità e affissionistica.

 

 

L’obiettivo che si prefigge l’iniziativa è duplice: sensibilizzare gli automobilisti ad una maggiore attenzione verso i conducenti di motoveicoli, e promuovere tra gli utenti delle 2 ruote comportamenti più prudenti.

 

I dati illustrati, infatti, rivelano che nel 2008 in Italia sono decedute 4.731 persone per incidenti stradali. Di queste, 1.461 guidavano un veicolo a due ruote: il 30% del totale (dati Istat).

 

Secondo gli studi condotti, quando la causa di un incidente stradale è l’errore umano del conducente di un’autovettura, nel 70% dei casi questo è dovuto alla mancanza percezione del veicolo a due ruote.

 

Il dato risulta ancora più allarmante considerando che negli ultimi otto anni gli incidenti con le moto hanno fatto registrare un aumento delle vittime del 40%, dovuto anche ad una crescita del parco circolante (+73%).

 

Solo nell’ultima settimana,  proprio Milano è stato testimone di  gravissimi incidenti ad esito, purtroppo, letale:

 

 

Di Redazione